Apple richiama caricabatterie iPhone pericolosi: ecco come sostituirli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Apple ritira alcuni caricabatterie perché pericolosi. Ad annunciarlo è la stessa azienda di Cupertino con una campagna di richiamo e sostituzione dei caricabatterie per iPhone 3GS, iPhone 4 e iPhone 4S, venduti tra ottobre 2009 e settembre 2012.

Dal 18 giugno prossimo sarà dunque possibile sostituire gratuitamente il vecchio modello di caricatore con uno nuovo e riprogettato.

Perché – Sebbene in rari casi, la Apple ha rilevato che l’alimentatore USB Apple europeo da 5W è a rischio di surriscaldamento e può “costituire un rischio per la sicurezza”. Si tratta degli alimentatori che riportano su la dicitura Model A1300 e “CE” in grigio.

modelliapple

La sicurezza del cliente è al primo posto fra le priorità di Apple – fanno sapere dalla casa del mela fonino. Perciò, l’azienda ha volontariamente deciso di sostituire gratuitamente tutti gli alimentatori interessati dal problema con un alimentatore nuovo e riprogettato. Invitiamo i clienti a sostituire gli alimentatori interessati con uno nuovo il prima possibile“.

Come sostituire il caricabatterie – Accertatevi che quello di cui siete in possesso sia tra quelli chiamati in causa. Armatevi quindi di lente di ingrandimento e scovate sull’alimentatore le parole magiche. Se è riportato “Model A1300” e la dicitura CE (quella è bella grande) è in grigio, allora potete richiedere la sostituzione.

Come? Consegnate l’alimentatore interessato a un Apple Store o a un AASP aderente all’iniziativa (a partire dal 18 giugno 2014, parteciperanno alla campagna di sostituzione anche gli operatori wireless partner). Il vecchio caricabatterie verrà smaltito in modo ecocompatibile e sostituito con uno riprogettato a titolo assolutamente gratuito.

Qui trovate una sede aderente all’iniziativa:

– Apple Store: potete fissare un appuntamento qui

– AASP: trovane uno qui

Operatore wireless partner: trovane uno qui

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook