app MyVoice

Conservare la propria voce per quando non si potrà più parlare a causa della Sla. Grazie a una nuova app sarà possibile farlo. Si chiama MyVoice.

Sviluppata in collaborazione con l'agenzia pubblicitaria McCANN, l'applicazione permette di registrare con la propria voce, insieme alle espressioni familiari e ricorrenti che fanno parte delle relazioni quotidiane di una persona.

La voce registrata sostituire quella tipicamente metallica permettendo a chi è affetto da Sla di continuare a parlare e comunicare con la propria.

“Quando la SLA ti sta portando via tutto, MyVoice è la soluzione per parlare con la tua voce” spiegano gli ideatori.

“Nei nostri Centri siamo consapevoli che offrire alle persone con malattie neuromuscolari le migliori condizioni di assistenza e cura significa anche essere un canale in cui l’innovazione, farmacologica e tecnologica, possa essere resa accessibile ai pazienti. Conservare la propria voce anche nelle fasi più avanzate della malattia consente ai pazienti di preservare la propria identità e personalità e di continuare a condividere le proprie emozioni con i familiari, anche nel momento in cui la malattia impedisce di comunicare con l’esterno se non attraverso strumentazioni artificiali” spiega Alberto Fontana, presidente dei Centri Clinici NeMO.

LEGGI anche:

È possibile scaricare l'app sia per i dispositivi IOS che per Android e Microsoft. Il costo sarà interamente devoluto al Centro NeMO.

Francesca Mancuso

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram