Asciugacapelli ritirato dal RAPEX per isolamento elettrico inadeguato e rischio scosse

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un asciugacapelli della marca Innoliving è stato ritirato dal mercato per isolamento elettrico inadeguato e conseguente rischio di folgorazione.

Il modello è l’art. INN-602 ed è prodotto in Cina e venduto anche in Italia sia nei punti vendita che online. A segnalare e disporre il ritiro il RAPEX per rischio di folgorazione elettrica. Come si legge dal sistema di allerta europeo nell’avviso A12 / 0733/19 del 10 maggio :

 “L’isolamento elettrico è inadeguato. Inoltre, il materiale plastico dell’involucro non è sufficientemente resistente alle alte temperature.L’asciugacapelli può surriscaldarsi e sciogliersi. La plastica fusa può causare ustioni ed esporre gli utenti a parti in tensione”.

Il ritiro è stato previsto in Italia e in Germania e predisposto a seguito della segnalazione dell’Ispettorato tedesco degli impianti a corrente forte dopo aver rilevato un difetto di fabbricazione che in determinate condizioni può provocare una scossa elettrica.

asciugacapelli ritirato

Si consiglia, dunque, se lo avete acquistato, di riportare immediatamente il phon nel punto vendita, dove verrà previsto il rimborso.

L’azienda Innoving Spa, costretta al ritiro, ritiene le misure adottate dal MISE nei propri confronti illegittime in quanto, ci tiene a precisare, che il suo prodotto soddisfa i requisiti di protezione di consumatori dalle lesioni fisiche, come certificato da IMQ. Inoltre è stata commissionata un’ulteriore valutazione del rischio specifico ad un altro laboratorio SQM che ha escluso categoricamente la presenza di “un grave rischio” in ogni scenario di utilizzo . Come pure la dichiarazione di conformità rilasciata dalla Camera di Commercio di Teramo. Per Innoving Spa, insomma, Il MISE avrebbbe adottato il provvedimento e attivato la procedura RAPEX senza effettuare una specifica valutazione del livello del rischio relativo alla non conformità riscontrata. Per maggiori dettagli potete consultare la nota inviataci come rettifica dall’azienda.

Per maggiori informazioni potete contattare direttamente l’azienda di Ancona che lo commercializza a questi recapiti

Simona Falasca

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook