Nessuna notifica! Non aprite questa email dell'Agenzia dell'Entrate: contiene un virus

truffa-agenzia-entrate

L’agenzia dell’Entrate avvisa che sta girando una mail che altro non è che una nuova truffa a danno dei contribuenti. Sfruttando la paura di avere dei debiti con la tanto temuta agenzia, un virus informatico sta mandando falsi messaggi che, se aperti, potrebbero infettare i pc rubando dati e denaro.

Se tra le mail trovate un oggetto del tipo “Notifica in merito a debito. Atto N. xxxxxxxxx” proveniente da un mittente che si presenta come “Servizi finanziari” non aprite assolutamente nulla e cestinate immediatamente! E’ questo il consiglio che arriva direttamente dall’Agenzia dell’Entrate per evitare di trovarsi alle prese con probabili problemi di phishing.

La truffa, questa volta, riguarda un presunto debito che il contribuente avrebbe con l'Agenzia e per saperne di più suggerisce di aprire un allegato. In calce alla mail i reali riferimenti telefonici degli uffici dell’Agenzia delle Entrate rendono più difficile capire subito che si tratta di una truffa. Il documento allegato è però in realtà un virus informatico in grado di infettare il computer. Si rischia dunque che qualcuno possa rubare i propri dati sensibili o addirittura riesca a sottrarre soldi dai conti.

Il raggiro, in questo caso, non solo approfitta della poca esperienza degli utenti ma sfrutta la paura che i contribuenti hanno di avere eventuali debiti con l’agenzia delle Entrate.

La Polizia Postale, insieme all’Agenzia delle Entrate, consigliano la massima attenzione e suggeriscono di diffondere la notizia a tutti coloro che utilizzano le mail in quanto potenziali vittime della truffa.

Cosa dobbiamo fare per evitare di cadere nel tranello?

  • cestinare immediatamente la mail
  • non aprire file allegati
  • non cliccare su eventuali collegamenti web sospetti

Tenete presente infine che difficilmente l’Agenzia delle Entrate, ma anche altri enti o società (come ad esempio Poste Italiane spesso protagonista di truffe), vi manderanno documenti importanti via mail. Le notifiche arrivano infatti con posta raccomandata o comunque richiedono la firma di chi riceve.

Nel dubbio non aprite mai mail sospette e verificate, contattando la fonte ufficiale, se si tratta di qualcosa di serio o di una possibile truffa.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

mediterranea pelle

Mediterranea

Dimmi quanti anni hai e ti dirò di cosa ha bisogno la tua pelle

ecogreen

Ecogreen

La prima sneaker certificata Ecolabel!

whatsapp gratis
corsi pagamento