Trasformare la riserva dello zingaro in un’area marina protetta: al via campagna di crowdfunding

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Far diventare la riserva dello Zingaro un’area marina protetta. L’associazione Isvam ha lanciato una campagna di raccoltà fondi volta a tutelare la splendida riserva siciliana insieme alla tonnara di Scopello.

E’ considerato a pieno titolo uno dei luoghi più belli della Sicilia e d’Italia, un mix perfetto di natura incontaminata e mare cristallino che si estende per 7 km di costa, ricchi di biodiversità. Quella dello zingaro è una riserva istituita nel 1981 dalla Regione Sicilia ma oggi merita più tutele. Per questo l’associazione Isvam ha lanciato una campagna di crowdfunding.

L’organizzazione no profit spera di portare all’istituzione del Parco marino siiciliano “Lo Zingaro-Scopello”:

“Il progetto, per cui cerchiamo dei finanziamenti basati sulle donazioni liberali e di privati cittadini, riguarda il lavoro di volontariato utile a tutelare “Lo Zingaro “, meravigliosa riserva terrestre siciliana, e a sensibilizzare l ‘opinione pubblica e la classe politica affinché venga anche riconosciuta la sua specificità di area “vergine” e classificata come Area marina Protetta inglobando la costa caratterizzata dalla presenza della tonnara  di Scopello” spiega Isvam.  “La nostra idea di Area Marina Protetta è diversa da quanto viene normalmente inteso in Italia. Abbiamo un ambizioso programma di tutela della natura che permetterà, però, a bagnanti, sportivi, dipartisti e piccoli pescatori locali di vivere quest’area rispettandone alcune semplici norme di tutela. Cercheremo di far capire a tutti i fruitori che il rispetto di un’area come questa è nell’interesse di tutti: chi la vive come una vacanza e chi ci lavora”.

Il progetto per lo Zingaro si articolerà in quattro filoni:

a) convincere il governo a dichiarare quest’area Riserva Marina grazie ad una forte campagna di media relations;
b) creare un gruppo internazionale di volontari che servono come “Sentinelle della natura”, col compito di informare i visitatori e i diportisti sulle regole e per proteggere il parco (Campo estivo 2021);
c) Aiutare i pescatori locali ad adottare pratiche di pesca sostenibili e raccogliere la plastica trovata nelle loro reti;
d) Raccogliere firme per chiedere al parco di ricevere lo status ufficiale protetto.

Volete contribuire anche voi? Qui tutte le informazioni sulla raccolta fondi.

Fonti di riferimento: GoFundMe

LEGGI anche:

Le 10 più belle spiagge della Sicilia (isole escluse)

Sicilia: alla scoperta del trapanese fra mare e riserve naturalistiche di rara bellezza, tesori archeologici e gustosa enogastronomia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook