@Eleonora Travostino/123rf

10 spiagge e calette incantevoli da non perdere in Sardegna

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Calette incontaminate, sabbia bianca e rosa, mare color smeraldo: ecco dove si trovano le 10 spiagge più belle della Sardegna

La Sardegna è un’isola paradisiaca, che vanta numerose spiagge incontaminate e un mare che assume incredibili sfumature che vanno dall’azzurro allo smeraldo. Resistere alle bellezze naturali e ai paesaggi di questa terra è praticamente impossibile. Inoltre, la Sardegna è la Regione italiana che si trova in testa alla classifica della Guida “Il Mare più bello 2021” realizzata da Legambiente e Touring Club, con ben sei località balneari premiate per la loro bellezza e qualità dei servizi turistici offerti. La lista di tutte le spiagge della Sardegna è davvero lunga, ma ve ne sono alcune da non perdere assolutamente. Ecco quali. 

Leggi anche: Le 15 spiagge più belle e amate del Centro e Sud d’Italia (secondo greenMe)

Spiaggia di Punta Tegge

punta-tegge-sardegna

@Fabio Presutti/123rf

La località di Punta Tegge è situata sull’isola La Maddalena, all’interno dell’omonimo arcipelago. È caratterizzata da spiagge di sabbia di colore molto chiaro, quasi bianco, e dalla presenza di scogli dal colore rosato, di forma appiattita, che emergono leggermente dalla superficie dell’acqua. È considerata una delle zone più suggestive dell’arcipelago e può essere raggiunta percorrendo il lungomare di Padule in direzione Nido D’Aquila. La Punta è formata da una vera e propria scogliera.

La Pelosa 

spiaggia la pelosa sardegna

@TATIANA BRALNINA /123rf

La Pelosa, situata nel golfo dell’Asinara, non avrebbe bisogno di presentazioni. Si tratta, infatti, di una delle spiagge più note e amate d’Italia. Questo luogo è una piccola oasi naturale caratterizzata da sabbia bianchissima, mare cristallino e fondali bassi. A rendere lo scenario ancora più suggestivo è l’iconica Torre della Pelosa, una delle antiche strutture fortificate costruite tra il Medioevo e il primo Rinascimento.

Una cosa importante da sapere: dallo scorso anno questa splendida spiaggia di Stintino è diventata a numero chiuso e si può accedere soltanto previa prenotazione e pagamento tramite app. Queste misure sono state introdotte per preservare l’area dal turismo di massa che rischia di deturparla.

Leggi anche: Le mucche che prendono il sole sulla spiaggia di Bèrchida, in Sardegna

La Rena Bianca

spiaggia rena bianca sardegna

@alkanc

La spiaggia denominata “La Rena Bianca” è situata nella località di Santa Teresa di Gallura, in provincia di Olbia-Tempio, sulla costa Nord della Sardegna. Si tratta di una spiaggia facilmente raggiungibile a piedi dal centro storico della cittadina. Alle sue spalle è protetta da un boschetto verdeggiante. La sua sabbia è caratterizzata da un colore bianco quasi abbagliante, che presenta delle sfumature rosate per via dell’accumulo di numerosi frammenti di corallo. La spiaggia si affaccia sulle Bocche di Bonifacio, poste di fronte alla Corsica.

Spiaggia di Punta Molentis di Villasimius

spiaggia molentis sardegna

@Eleonora Travostino/123rf

Caratterizzata da sabbia candida e luminosa la spiaggia di Punta Molentis di Villasimius, in provincia di Cagliari vanta un mare trasparente dalle incantevoli sfumature che vanno dall’azzurro al verde. La spiaggia è circondata da rocce alte fino a 15 metri. Nei dintorni sono presenti numerose calette raggiungibili a piedi. 

Dune di Piscinas

dune piscinas arbus sardegna

@Elisa Locci/123rf

Anche in Sardegna esiste un luogo che rievoca il deserto del Sahara: è la spiaggia delle Dune di Piscinas, nell’incantevole cornice della Costa Verde. In questo litorale, che si estende per circa 5 km, l’azione del vento ha dato origine a delle caratteristiche colline di sabbia, che degradano fino al mare caratterizzato da diverse sfumature di blu e azzurro. Nonostante l’atmosfera “desertica”, ciò che colpisce chi visita quest’area è la ricca vegetazione che rende la località ancora più pittoresca: qui, infatti crescono ginepri, gigli marittimi e i cosiddetti papaveri della sabbia dal colore giallo sgargiante.

Spiaggia rosa di Budelli

spiaggia budelli

@Stefano Zaccaria/123rf

Si tratta di una spiaggia unica al mondo, dalla bellezza quasi surreale. La spiaggia è situata nell’isola di Budelli, che è parte dell’arcipelago della Maddalena, a Nord-Est della Sardegna. La sua denominazione deriva dalla presenza di un elevata percentuale di bioclasti (provenienti per la maggior parte dalla frammentazione dello scheletro di briozoi, in particolare Miriapora truncata, e foraminiferi, in particolare Miniacina miniacea, di colore rosa) nella composizione sedimentaria delle sabbie. Questi bioclasti hanno origine soprattutto nella prateria a Posidonia oceanica e vanno ad alimentare, dopo il loro disfacimento, la spiaggia grazie alle correnti di deriva litorale e alle correnti di fondo. Per preservarne la bellezza, l’accesso alla spiaggia e la sua fruizione sono limitati. La spiaggia rosa di Budelli può essere considerata una delle spiagge più colorate ed originali del mondo.

Spiaggia di Cala Luna

cala luna sardegna

@Stefano Zaccaria/123rf

La spiaggia di Cala Luna è ritenuta una delle più incantevoli del Golfo di Orosei. Questo angolo di paradiso si trova ad Ovest dell’isola, sulla costa della località di Baunei. La spiaggia di Cala Luna colpisce per la sua sabbia bianchissima e per le sue acque cristalline ed è circondata da bianche rocce calcaree e da oleandri. La caratterizza la presenza di una duna di sabbia dorata che separa dall’acqua di mare un piccolo laghetto d’acqua dolce. La spiaggia può essere raggiunta via mare oppure tramite un percorso a piedi piuttosto difficoltoso, adatto agli amanti del trekking.

Spiaggia di Is Arutas

spiaggia is arutas sardegna

@alkanc/123rf

Considerata la perla della penisola del Sinis, la spiaggia sarda di Is Arutas è un sogno ad occhi aperti. Il litorale di Is Arutas, che si trova in provincia di Oristano, si estende per diversi chilometri e si caratterizza per un mare trasparente, che a tratti assume sfumature tra il verde e l’azzurro intenso. Is Arutas è viene chiamata anche “la spiaggia dei chicchi di riso”, dato che è composta da piccoli granelli di quarzo dal colore rosa e bianco candido. In questo tratto della Sardegna il fondale si presenta profondo fin dalla riva, il che la rende una meta perfetta per chi ama gli sport acquatici come il surf.

Spiaggia di Cala Sisine

cala sisine

@Rodolfo Baldussi/123rf

Si tratta della seconda perla situata nel Golfo d’Orosei. Come la spiaggia di Cala Luna, Cala Sisine si trova all’interno del territorio della località di Baunei. Alle spalle della spiaggia ci sono pareti a picco sul mare, che possono raggiungere un’altezza di 500 metri, e che vedono la presenza di alberi secolari di leccio e di carrubo. La spiaggia, dalla candida sabbia lambita da acque color smeraldo, è raggiungibile sia via mare che a piedi, attraverso sentieri segnalati.

Spiaggia di Cala Brandinchi

cala brandinchi

@Eva Bocek/123rf

La spiaggia di Cala Brandinchi sorge nella località di San Teodoro, nella parte alta della costa Ovest della Sardegna. La spiaggia è caratterizzata da sabbia bianchissima e finissima. I fondali bassi conferiscono alle acque un colore turchese molto trasparente, che sotto i raggi solari brilla di riflessi dorati. È circondata da dune e da una pineta verdeggiante. Le sue caratteristiche di particolare bellezza hanno fatto sì che essa venga ormai soprannominata la “Haiti” della Sardegna.

Leggi tutti i nostri articoli sulle spiagge

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook