Il mare e le spiagge più belle d’Italia: tutte le località a 5 vele 2019

baunei

Mari e laghi più belli e puliti d’Italia. Legambiente e Touring Club hanno appena reso nota la classifica delle 5 vele 2019. È il Tirreno il mare più premiato con ben 7 comprensori a Cinque Vele. Tra le regioni in testa si è piazzata la Sardegna con 5 litorali.

E’ stata pubblicata la guida sul meglio del mare e dei laghi italiani e illustra i luoghi migliori in cui passare una vacanza al mare e al lago all’insegna di natura e acqua pulita considerando anche la presenza eccellenze enogastronomiche e luoghi d’arte.

Secondo la nuova guida Il mare più bello 2019, i luoghi più belli segnalati da Legambiente e Touring Club Italiano, si affacciano soprattutto sul Tirreno. Quest’anno è stato assegnato il riconoscimento delle 5 vele a ben 7 comprensori turistici bagnati da quelle acque. La Sardegna è la regione più premiata con 5 comprensori a 5 vele, seguita da Sicilia, Puglia, Campania, Toscana e Liguria

Sono in tutto 97 i comprensori premiati in base alle caratteristiche ambientali e alla qualità dell’ospitalità, in particolare sulla qualità ambientale e su quella dei servizi ricettivi.

In testa alla classifica c’è il Cilento Antico guidato da Pollica (Sa), seguito dal litorale della Maremma Toscana con Castiglione della Pescaia (Gr). Troviamo poi la Baronia di Posada (Nu) e il Parco di Tepilora, il Litorale di Chia con Domus De Maria (Sud Sardegna), Baunei (Nu), l’Alto Salento Jonico guidato da Nardò (Le), la Planargia con Bosa (Or), la Costa d’Argento e l’Isola del Giglio (Gr), le Cinque Terre guidate da Vernazza (Sp), l’isola di Pantelleria (Tp), la Gallura Costiera e l’area marina protetta di Capo Testa Punta Falcone guidata da Santa Teresa di Gallura (Ss), la Costa del Mito e l’area marina protetta Coste degli Infreschi e della Masseta guidata da San Giovanni a Piro (Sa), l’Alto Salento Adriatico guidato da Melendugno (Le), la costa del Parco agrario degli Ulivi secolari guidata da Polignano a Mare (Ba), il Litorale Trapanese Nord guidato da San Vito lo Capo (Tp) e l’isola di Ustica (Pa).

Qui la classifica dei comprensori a 5 vele e dei laghi

5vele

Foto

I laghi

Spazio anche ai laghi più belli d’Italia. In testa troviamo il Trentino-Alto Adige, la regione col maggior numero di comprensori tra i primi classificati, con ben 3 laghi dei 7 a Cinque vele: il lago di Molveno, quello di Fiè e quello di Monticolo.

Le 5 vele sono andate poi al lago dell’Accesa, in Toscana, a quello di Avigliana Grande, in Piemonte, al lago del Mis in Veneto e alla riva Occidentale del Lago di Garda.

I comprensori a 4 vele

Non solo 5 vele. Legambiente e Touring Club hanno selezionato anche altri luoghi considerati d’eccellenza. Sono i comprensori premiati con le Quattro vele che, pur non raggiungendo i livelli di quelli a  vele, vantano comunque servizi di buon livello.

Anche in questo caso a dominare è stata la Sardegna con 10 comprensori turistici: sul litorale di Pula a sud dell’isola, nel Golfo degli Angeli, lungo la costa sud occidentale e le isole sulcitane, sulla Costa Verde, nel Golfo di Oristano, in quello dell’Asinara, nell’arcipelago de la Maddalena, nel Golfo di Olbia che comprende l’area marina protetta di Tavolara e ancora nel Golfo di Orosei e, poco più a sud, lungo il litorale dell’Ogliastra.

A seguire troviamo la Toscana, con le Quattro vele all’isoletta di Capraia. In Puglia è stato premiato il versante Sud del Gargano, le Isole Tremiti e il Basso Salento Adriatico, in Sicilia due arcipelaghi, quello delle Egadi e quello delle Pelagie, l’isola di Salina e il Golfo di Noto. Le Quattro vele sventolano anche sul Golfo dei Poeti e lungo la Baia di Levante, in Liguria.

Nel Lazio sono state premiate lungo le coste delle isole Ponziane, la Riviera di Ulisse e la Maremma Laziale. Sventolano le Quattro vele anche sui comuni della Costiera Amalfitana e l’Isola di Capri e nella Penisola Sorrentina, in Campania, mentre in Basilicata  si trovano lungo la Costa di Maratea e sulla Costa dei Gelsomini e nel tratto meridionale jonico della Calabria.  Conquistate anche nell’Adriatico dall’Area Marina Protetta del Cerrano in Abruzzo e dalla Riviera del Conero, nelle Marche.

I comuni plastic free

Tra le novità di quest’anno inserite mella guida vi è il simbolo che indica i comuni “plastic free”, ossia quelli che hanno adottato misure per ridurre la plastica monouso. In tutto sono 32 quelli inseriti nella guida: San Vito Chietino (Ch), Maratea (Pz), Castellabate (Sa), Pollica (Sa), Capri (Na), Ischia (Na), Sperlonga (Lt), Riomaggiore (Sp), Vernazza (Sp), Bordighera (Im), Otranto (Le), Isole Tremiti (Fg), Carloforte (Sud Sardegna), Domus de Maria (Sud Sardegna), Realmonte (Ag), Capo d’Orlando (Me), Taormina (Me), Favignana (Tp), Noto (Sr), Malfa (Me), Santa Marina Salina (Me), Lampedusa e Linosa (Ag), San Vito lo Capo (Tp), Pantelleria (Tp), Campo nell’Elba(Li), Capoliveri(Li), Marciana Marina (Li), Porto Azzurro (Li), Castiglione della Pescaia (Gr), Follonica(Gr), Scarlino (Gr), Chioggia (Ve).

“La guida è un vaglio rigoroso dello stato di salute dei nostri mari. La rigorosa selezione proposta dalla guida rappresenta bene la nostra missione: valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico culturale e le economie produttive dei territori. Ne risulta non una classifica, ma una mappatura geografica che fotografa le straordinarie ricchezze dei nostri mari e dei nostri laghi e segnala le buone pratiche ambientali, amministrative, turistiche che contribuiscono a conservarle e a farle conoscere. Un contributo, speriamo, all’anima attiva e green che sempre più spazio sta conquistando nella nostra società” ha detto Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano.

Qui la Guida integrale

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook