Nelle spiagge del Golfo degli Aranci arrivano le carrozzine da mare per i disabili

Quest’estate nel Golfo degli Aranci le spiagge saranno davvero accessibili a tutti: arrivano le prime tre speciali carrozzine da mare per consentire alle persone con disabilità motoria di godere appieno dello splendido mare della Sardegna.

L’obiettivo è quello di arrivare almeno a 15,  in modo da fornire ciascuna spiaggia del golfo gallurese di una carrozzina da mare. L’iniziativa dell’amministrazione comunale è frutto della collaborazione con le associazioni e il no-profit locale. L’acquisto, infatti, è stato possibile in parte grazie a una speciale raccolta fondi effettuato lo scorso Natale in occasione della remata organizzata dal Comune insieme con la Lega navale di Olbia, e in parte con il contributo arrivato dalle organizzazioni che si occupano di contrastare la violenza sulle donne.

Con questi primi contributi sono già state acquistate le prime tre carrozzine, ma l’amministrazione comunale intende dotare entro l’estate tutti e 15 i litorali del territorio di almeno una carrozzina da spiaggia, affindando ai concessionari degli stabilimenti il servizio attraverso una convenzione che prevederà anche l’acquisto delle carrozzine con il concorso dei privati.

“Vogliamo che le nostre spiagge siano sempre più ‘a misura’ di persona di ogni condizione ed età – commenta il sindaco Giuseppe Fasolino – con una particolare attenzione ai disabili e alle persone con mobilità ridotta. Chi ama il mare sa quanto è difficile rinunciarci soprattutto a causa di una disabilità permanente, fortunatamente oggi esistono in commercio carrozzine da spiaggia in grado di rendere più agevole lo spostamento dei disabili e l’ingresso in acqua. Riteniamo che dotare le nostre spiagge di questo servizio sia un segno di civiltà e di ulteriore qualificazione della nostra costa,che non è solo bella da vedere, ma anche da vivere pienamente”.

Le carrozzine da spiaggia a due ruote acquistate, infatti,  sono costruite con materiali in lega che non temono la salsedine, appositamente studiate per lo spostamento sulla sabbia e per il bagno in mare con l’aiuto di un accompagnatore.

“Prossimamente le carrozzine saranno messe a disposizione dei gestori degli stabilimenti che ne cureranno l’uso e assicureranno una spiaggia più accessibile ed accogliente”, spiega il consigliere Paolo Madeddu “Quello che abbiamo iniziato è un progetto davvero importante, perché da oggi in poi le persone disabili sapranno che nelle spiagge di Golfo Aranci ci saranno a disposizione queste carrozzine, per accedere al mare e alla spiaggia”.

Con la speranza che siano in tanti i comuni costieri che seguano l’esempio dell’amministrazione sarda del Golfo degli Aranci che si già si era distinta per essere tra le prime a dichiararsi “slot-free”.

Simona Falasca

 

Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Sparkasse Green

La banca punta alla sostenibilità ambientale

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook