La sveglia piagnucolona

sveglia

Tutti i capricci dei nostri piccoli hanno ragioni profonde, che vanno comprese senza cadere nell'errore di assecondarle. Se lo facciamo, comunichiamo ai bambini che possono continuare a comportarsi così. Al contrario, se ci limitiamo a punirli, tralasciando di ascoltare le richieste, perdiamo di vista una parte importante del loro messaggio e di quello che vogliono dirci con i capricci.

Continua a leggere
Vota:

Anche l'orso polare è a forte rischio estinzione a causa della mano dell'uomo

L'orso bianco (Ursus maritimus) è al vertice della catena alimentare dell'ambiente artico; questo grande predatori non teme rivali, ma il suo più grande nemico e pericolo è rappresentato dall'uomo.

Continua a leggere
Vota:

Una magica Coperta Unicorno fatta a mano, per far sognare i nostri Bambini

Una magica Coperta Unicorno fatta a mano, per far sognare i nostri Bambini

Dopo il latte di Unicorno, questa coperta  a forma di Unicorno, realizzata all'uncinetto, è la cosa più carina che abbia visto in questi giorni, ha le orecchie, una chioma colorata e ovviamente il corno!
Inoltre cosa c’è di più bello per un bambino se non avvolgersi, giocando, in una calda coperta per rifugiarsi in un magico mondo, restando con tutta comodità sul suo lettino o sul divano?

Continua a leggere
Vota:

Ballerine invadono le strade del Cairo: l’Arte prende il sopravvento

danza

“Quando la società diserta l’Arte, l’Arte impone la sua presenza”, questo è il motto del progetto “Ballerinas of Cairo”, creato dal fotografo egiziano Mohamed Taher. In seguito alla restrizione sulle esibizioni di danza in teatro, molti dei quali sono stati chiusi, la reazione degli artisti è stata quella di recuperare lo spazio e la visibilità in modo originale e rivoluzionario.

Continua a leggere
Vota:

Trovare un animale selvatico solo o ferito: ecco come comportarsi

Magari qualcuno di voi avrà già vissuto l'esperienza di imbattersi in un animale selvatico in difficoltà (o all'apparenza in difficoltà), e sicuramente in quell'occasione si sarà domandato se intervenire e in che modo farlo.

 

Continua a leggere
Vota:

La migrazione dei rospi Bufo bufo alla ricerca dell'acqua per riprodursi

Si sta avvicinando la primavera: le giornate si allungano, le temperature si alzano, ed anche i cicli della natura si risvegliano dal torpore invernale; gli alberi si ricoprono nuovamente del loro manto di foglie e gemme, i prati si rivestono di fiori, gli animali escono dal letargo.

Continua a leggere
Vota:

Castell'Arquato, il borgo più romantico d'Italia. Come e quando andare

castellarquato rocca

Altrimenti detto “borgo degli innamorati”, Castell'Arquato, in provincia di Piacenza, sulle prime collinette della Val D’Arda, è un vero borgo medioevale arroccato. Torri e campanili, case basse a schiera color mattone e vicoli stretti con acciottolato e poi voltoni e rampe fanno di questo posto un luogo davvero senza tempo.

Continua a leggere
Vota:

La fioritura dei ciliegi di Kawuzo che anticipa la primavera [FOTO]

I colori e i profumi della primavera hanno già invaso la piccola cittadina di Kawuzu. Situata nella parte orientale del Giappone, non molto distante da Tokyo, Kawuzo è famosa per i suoi oltre 8000 alberi di ciliegio

Continua a leggere
Vota:

Molto più di un profumatore d'ambiente: la Carta d'Armenia

carta d'armenia

Amanti degli incensi e delle atmosfere un po' mistiche, quella di cui vi parlo oggi è una validissima ed ecologica alternativa al più comune bastoncino, che spesso brucia sprigionando non si sa bene cosa. Parliamo della Carta d'Armenia o Papier d'Arménie: una carta aromatica officinale dalle numerose proprietà e dalle origini antiche, apprezzata per i suoi fumi balsamici.

Continua a leggere
Vota:

È morto Jazz, il Golden Retriever amico degli anziani

Probabilmente qualcun altro di voi ha sentito la triste notizia della morte di Jazz, un cane Golden Retriever, risalente a qualche giorno fa. Qualcuno di voi potrebbe pensare “Tutti i giorni muoiono dei cani”, fa parte del ciclo della vita. Ma Jazz era un cane particolare: era diventato la mascotte della casa di riposo di San Pietro Casasco a Menconico, utilizzato per la pet-teraphy con gli ospiti anziani della struttura. Ma la cosa forse ancora più triste è la causa della sua morte: un boccone avvelenato lasciato volutamente sul terreno dai bracconieri.

Continua a leggere
Vota: