Un palazzo mangia smog

b2ap3_thumbnail_TorreEspecialidades.jpg

Un palazzo che riduce l’inquinamento atmosferico? No, non stiamo parlando di edifici a basso impatto ambientale, ma di un palazzo acchiappa smog, che l’inquinamento lo assorbe e lo elimina, un po’ come gli assorbiodori casalinghi per intenderci. E’ quello rappresentato nella foto, più precisamente un’ala del nuovo ospedale di Città del Messico, e il trucco sta tutto in quelle strane cellette bianche che vedete come copertura.

Le cellette bianche sono fatte di un materiale particolare, ovvero contengono biossido di titano che è un catalizzatore nelle reazioni chimiche atmosferiche che coinvolgono una serie di composti inquinanti, in particolare gli ossidi di azoto. Questi (i famosi NOx, fortemente irritanti e tossici per le vie respiratorie) in presenza di raggi UV vengono scissi, grazie al titanio, in composti meno pericolosi.

Inoltre, il design particolare a cellette aumenta la superficie che viene a contatto con l’aria ed esposta alla luce, aumentando quindi il numero di reazioni chimiche che avvengono ogni giorno e di conseguenza la quantità di inquinanti assorbita. Gli sviluppatori di questo materiale sperimentale hanno calcolato che in questo modo riescono a togliere dalla circolazione l’equivalente dei gas emessi da 8750 auto che scorrazzano libere (di inquinare) ogni giorno. Il tutto solo con una copertura esterna innovativa ed esteticamente anche gradevole. Niente male.

Via | Co.Exist

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Decathlon

La bici usata? Portala da Decathlon: torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

tuvali
seguici su Facebook