Alberi da frutto: tesori nelle nostre città

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ogni città racchiude bellissimi segreti, mi piace scoprire i piccoli tesori che prosperano tra condomini e cemento: gli alberi. Negli ultimi anni mi è capitato di trascorrere dei periodi in diverse città tra Italia e Germania, e con l’arrivare dell’estate mi si sono mostrati nella loro bellezza numerosi alberi da frutto.

Cercare gli alberi da frutto in città è un’emozionante caccia al tesoro: i ciliegi li trovate spesso lungo i corsi d’acqua, o in qualche giardino abbandonato, quando per terra vedete delle macchie nere e appiccicose, alzate gli occhi. Molto probabilmente vi trovate sotto ad un gelso. Questo albero regala tra maggio e giugno frutti dolcissimi e in abbondanza. Pianta proveniente originariamente dall’Asia, fu importato in Europa intorno al 1400 insieme al baco da seta, animale che si nutre delle sue foglie. Ce ne sono moltissime tipologie che donano frutti dal bianco al rosso fino ad arrivare a more nerissime.

In un futuro di Transizione immagino le nostre città piene di alberi da frutto, multifunzionali: ombra, profumo, ornamento, ricostituzione della biodiversità. Gli alberi sono esseri viventi preziosi che svolgono importanti funzioni e tengono in equilibrio gli ecosistemi. Piantiamo alberi da frutto, prediligendo frutti di sorti antiche e autoctone: piantiamo alberi in città, alberi da frutto in città.

Avete mai sentito parlare di food forest? E’un sistema ecologico formato da sette livelli che parte dagli alberi ad alto fusto passando per gli arbusti, rampicanti, tappezzanti, erbacee. Fornisce cibo (food), legna da ardere, aumenta la biodiversità.

In una gestione permaculturale delle nostre città in vista della Transizione verso un modello di vita a basso impatto energetico possiamo inserire simili strategie.

Alcune iniziative di transizione in Italia come quella di San Lazzaro si sono occupate di questa tematica e hanno progettato una food forest.

E allora tutti alla scoperta dei segreti e dei piccoli tesori arborei della nostra città, cestino in mano, nuovi raccoglitori urbani!

Gaia Palmisano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook