Un mese di dieta dall'auto? Ecco un'esperienza coreana!

b2ap3_thumbnail_eco-mobility-festival.png

 

Come sarebbe una cittá senza auto? Metropoli e basso consumo di petrolio sono concetti in contraddizione? La corsa alle risors e lo smodato bisogno di energia che servono a portare avanti la nostra societá, stanno portando e porteranno in futuro a crisi economiche, politiche e sociali.Se l'unico nostro limite é l'immaginazione, forse é  possibile ripensare e pianificare dei sistemi umani sostenibili e resilienti, capaci di sostenere le crisi e di proporre nuove pratiche di vita.

Iniziamo questo percorso immaginativo partendo dalla mobilitá. Come sarebbe una dieta dalle automobili in una grande cittá, per un mese? Un disastro penseranno molti di voi, come raggiungere il lavoro, come  andare a prendere i figli all'asilo, per non parlare poi delle merci....

Si é appena concluso in Corea l'Eco Mobility World Festival 2013, evento sulla mobilitá sostenibile organizzato da ICLEI - Local Governements for Sustainability. Sotto il motto One neighborhood. One month. No cars.

La cittá di Suwon si é prestata ad un esperimento di mobilitá urbana: un mese senz'auto. Varie stazioni sparse per la cittá in cui provare i più svariati velocipedi, ai proprietari di attivitá commerciali, sono stati distribuiti 500 veicoli alternativi. Per incentivare i mezzi pubblici alternativi all'automobile, la cittá di Suwon ha rinnovato infrastrutture stradali e mezzi di trasporto.

Un mese per il 98% senz'auto. Come sará tornare alla normalitá? Porterá dei cambiamenti tangibili questo esperimento?

"Ora penso che sia possibile e utile attuare per un mese un esercizio simile", spiega  Lee Young Son, proprietaria di una caffetteria famosa tra i taxisti, "stiamo a vedere quali sono gli effetti su un periodo pi'u lungo, ma ci voglio ancora provare!"

Kim Jeong Hyo, abitante di un vicino distretto esclama entusiasto "Andando in giro per il festival ho realizzato che questo é quello che voglio!".

Suwon si appresta ora a passare il testimone ad una prossima cittá che vuole sperimentare una dieta dalle auto. Quindi, fatevi sotto!

Seguimi anche su Facebook e Twitter @GaiaRhizo

 

Vota:
La paura: spesso affligge anche i nostri animali
Una mela arrugginita in un mondo di frutti sgargia...
 

Commenti 2

Ospite - Manuela il Giovedì, 07 Novembre 2013 17:02
Si può fare!

Ciao Gaia, sono Manuela, vivo a Milano e con mio marito abbiamo deciso di non possedere un'automobile, anche se abbiamo due bambine di sei e tre anni... Si può fare! Viaggiamo a piedi, con i mezzi pubblici, rarissime volte (tipo treno in partenza alle sei del mattino) in taxi. Mio marito ha un motorino quattro tempi per viaggiare in città per lavoro. La spesa? Se è voluminosa ce la facciamo portare a casa dal supermercato. Immagina i viali di Milano senza auto private. Che spettacolo sarebbe!

1
Ciao Gaia, sono Manuela, vivo a Milano e con mio marito abbiamo deciso di non possedere un'automobile, anche se abbiamo due bambine di sei e tre anni... Si può fare! Viaggiamo a piedi, con i mezzi pubblici, rarissime volte (tipo treno in partenza alle sei del mattino) in taxi. Mio marito ha un motorino quattro tempi per viaggiare in città per lavoro. La spesa? Se è voluminosa ce la facciamo portare a casa dal supermercato. Immagina i viali di Milano senza auto private. Che spettacolo sarebbe!
Spazi Verdi il Mercoledì, 27 Novembre 2013 10:12
Questo sì che è coraggio!

Cara Manuela, mi fa davvero piacere leggere il tuo commento! Anche noi (io, il mio compagno e il nostro bimbo di due anni) non spostiamo quasi mai l'auto. Anzi, da marzo, quando torneremo in Italia (mi trovo sei mesi per lavoro in Germania), abbiamo deciso di eliminarla completamente. Questo, però, ci porta a dover fare dei compromessi: abbiamo cioé deciso di vivere in città. Sebbene ci piacerebbe moltissimo allontanarci dall'urbanità e vivere con ritmi più naturali, dopo un anno di esperienza di vita in montagna, ci siamo resi conto che se per lavoro devi andare spesso in città, è praticamente impossibile fare questa scelta rinunciando all'auto. Infatti, sebbene in Alto Adige i trasporti pubblici funzionano, si sono fasce d'orario, come quella serale, dove non sono presenti. Come fare? E quindi, fino a un futuro imprecisato, di nuovo città!

0
Cara Manuela, mi fa davvero piacere leggere il tuo commento! Anche noi (io, il mio compagno e il nostro bimbo di due anni) non spostiamo quasi mai l'auto. Anzi, da marzo, quando torneremo in Italia (mi trovo sei mesi per lavoro in Germania), abbiamo deciso di eliminarla completamente. Questo, però, ci porta a dover fare dei compromessi: abbiamo cioé deciso di vivere in città. Sebbene ci piacerebbe moltissimo allontanarci dall'urbanità e vivere con ritmi più naturali, dopo un anno di esperienza di vita in montagna, ci siamo resi conto che se per lavoro devi andare spesso in città, è praticamente impossibile fare questa scelta rinunciando all'auto. Infatti, sebbene in Alto Adige i trasporti pubblici funzionano, si sono fasce d'orario, come quella serale, dove non sono presenti. Come fare? E quindi, fino a un futuro imprecisato, di nuovo città!
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 20 Novembre 2017