Stelle cadenti: stasera le Draconidi. Ecco come osservarle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per stasera non prendete impegni. Cenate presto e copritevi. In arrivo lo spettacolare sciame di stelle cadenti della Draconidi. Grazie anche all’assenza del disturbo della luna, le prime meteore d’autunno non saranno difficili da scovare.

Qualche anno fa, l’Europa fu piuttosto fortunata con circa 600 meteore visibili ogni ora. Anche se per quest’anno le previsioni non sono altrettanto rosee, vale comunque la pena passare un’oretta all’aria aperta, augurandoci che le nubi non guastino lo spettacolo.

Come ogni anno, in questo periodo la Terra incontra parte della nube di materiale appartenente alla cometa Giacobini-Zinner, da cui hanno origine tali stelle cadenti, in prossimità del perielio della cometa stessa. Ed è proprio questo avvicinamento alla Terra a regalarci lo sciame delle Draconidi.

Queste ultime devono il loro nome alla costellazione del Dragone in cui si trova il radiante, ossia il punto da cui sembrano provenire. 7

Come fare a trovarla? Non è affatto difficile. La costellazione del Dragone è una delle più grandi della volta celeste. Per individuare il punto preciso, basta guardare in direzione nord-ovest. Ecco la mappa:

b2ap3_thumbnail_draconidi-2013-mappa.jpg

Come sempre, non basta affacciarsi qualche minuto alla finestra confidando solo nella fortuna. Per osservare al meglio le meteore, occorre avere un po’ di pazienza e lasciare che gli occhi si abituino al buio. Per cui, mettetevi comodi e magari anche distesi per 20 minuti, al riparo dall’inquinamento luminoso delle città.

In bocca al lupo e buona visione!

Se riuscite a scattare delle belle foto del cielo, partecipate gratuitamente al Pifa, il Premio Italiano di Fotogragfia Astronomica organizzato da NextMe. Ecco il Regolamento

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

Leggi anche:

Le stelle cadenti di ottobre

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook