Snoopy torna dallo spazio: domani lo schianto di un rottame nell’Oceano Indiano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dallo spazio piovono rottami. Domani mattina poco dopo le 7 i resti del modulo lunare “Snoopy” della missione Apollo10 faranno ritorno sulla Terra. Per fortuna, se così possiamo chiamarla, il rifiuto finirà nell’Oceano indiano, incendiandosi un centinaio di km a sud dello SriLanka.

È una fortuna che 45 anni dopo la sua partenza non si schianti in zone abitate ma il gioco delle belle notizie finisce qui. Snoopy prese parte alla quarta missione con equipaggio del programma Apollo.

L’oggetto il cui vero nome è WT1190F è un rottame spaziale di circa tre metri ed è stato studiato dall’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) che in base al colore arancio e alla forma a tamburo ha confermato che si tratta proprio di Snoopy, il modulo lunare che nel lontano 1969 sbarcò sul nostro satellite.

Secondo l’Inaf, Snoopy non fu distrutto tramite rientro controllato in atmosfera terrestre o schianto sul suolo lunare, come accade di solito ma fu “sparato” nello spazio. Lì venne fatto bruciare tutto il carburante a bordo e il veicolo benne indirizzato in un’orbita solare.

Ma consumò tutta l’energia presente nelle sue batterie e fece perdere le sue tracce nonostante le ricerche.

Ora a quanto parte ha deciso di tornare…

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

LEGGI anche:

RIFIUTI SPAZIALI: LA TERRA E’ IN PERICOLO

SPAZZATURA NELLO SPAZIO: LE SOLUZIONI DELL’ESA PER ELIMINARE I RIFIUTI IN ORBITA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook