Liridi, in arrivo le stelle cadenti di primavera. Ecco come individuarle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Stelle cadenti, era un po’ che non ne sentivamo parlare. Preparate come al solito sdraio, plaid e, perché no, cercate una buona compagnia. La notte tra il 21 ed il 22 aprile assisteremo al passaggio delle Liridi, le stelle cadenti di primavera.

Nulla a che vedere con le Perseidi, quelle della notte di San Lorenzo, per intenderci, ma comunque un primo assaggio di stelle in caduta libera. Da mezzanotte in poi, col picco attorno alle 2, sarà possibile scorgere da 10 a 20 meteore ogni ora. Non un numero elevato, ma vale comunque la pena provare perché è possibile ammirare qualche bolide, un’esplosione luminosa che lascia dietro di sé una scia per diversi secondo.

Unico neo, la Luna. La nostra compagna di avventure, che si sta preparando per la prima eclissi dell’anno, il 25 aprile prossimo, forse gelosa dall’attenzione spostata verso le meteore, ne renderà più difficile la visione. La luna infatti sta per diventare piena e la sua luminosità farà sì che le piccole scie delle stelle cadenti siano meno visibili.

Ma non disperiamo. Se è vero che il faccione bianco della luna piena potrebbe rendere più difficile l’osservazione delle Liridi, basterà allontanarsi dalle luci delle città per avere qualche possibilità in più.

Curiosi di sapere perché si chiamano Liridi? Come sempre, il segreto sta nella loro origine, o radiante: per noi osservatori terrestri esse sembrano provenire dalla costellazione della Lira, da cui il nome.

b2ap3_thumbnail_liridi_vega.jpg

Come fare per individuarle? Occorre guardare in direzione della costellazione della Lira, niente di difficile visto che la stella più luminosa è Vega, che in questo periodo sorge ad est poco prima della mezzanotte. Riconoscerla non è difficile visto che è il corpo celeste più brillante di quella porzione di cielo.

Buona visione e in bocca al lupo!

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

Leggi anche:

Orionidi: le stelle cadenti viste dal mondo

Stelle cadenti: pronti ad osservare le spettacolari Geminidi?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook