Le foto astronomiche più belle del 2012

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Immortalare il cielo è una vera e propria impresa. I fotografi di tutto il mondo si cimentano spesso in quest’avventura, che richiede impegno e dedizione. È estremamente difficile fotografare un’aurora boreale, un’eclissi o altri fenomeni per i quali è necessario spostarsi in luoghi ben precisi, dove l’oscurità la fa da padrona e l’inquinamento luminoso è solo un ricordo lontanto.

A premiare le migliori foto astronomiche ci ha pensato il Royal Observatory di Greenwich, che ogni anno organizza il contest Astronomy Photographer of the Year. Quest’anno sono stati 800 i partecipanti e numerose le categorie assegnate alle foto, da Uomo e cielo a Spazio profondo. Ed ecco le immagini vincitrici.

immagine

La foto più bella dell’anno inserita nella categoria Deep Space (spazio profondo) è quella che ritrae la galassia M51, la Galassia Whirlpool, nota anche come vortice, esempio classico di galassia a spirale. Scattata il 19 giugno scorso da Martin Pugh, tale immagine ha reso necessarie condizioni atmosferiche eccezionalmente stabili, prive di turbolenze nell’aria. Da qui la sua nitidezza, che permette di osservarne ogni dettaglio. Questo il commento della giuria. Melanie Grant ha detto:

“La profondità e la chiarezza di questa fotografia mi fanno venire voglia di andare nello spazio profondo!”

immagine

La seconda foto premiata dal concorso, Star Icefall, è stata scattata da Masahiro Miyasaka l’8 gennaio 2011 e ritrae una notte stellata invernale in cui si vedono chiaramente le costellazioni di Orione, del Toro e le Pleiadi, che fanno da sfondo a questo misterioso paesaggio ghiacciato. Anche se le stelle sembrano brillare di una luce fredda e gelida, ad esempio col blu acceso delle Pleiadi, le temperature si aggirano attorno a 30mila gradi Celsius. La foto fa parte della categoria Earth and Space. Questo il commento della giuria. Pete Lawrence ha detto:

“Trovo ci sia un grande equilibrio visivo qui tra la Terra e il cielo e per me questo lo rende un quadro perfetto per la categoria”.

immagine

La terza foto vincitrice fa parte della categoria Our Solar System è di Chris Warren e ritrae il transito di Venere. È stata scattata il 6 giugno 2012. Il particolare allineamento planetario seguito in tutto il mondo è stato immortalato dal fotografo a Londra e riassume l’emozione ansiosa dei cacciatori di transiti che hanno assistito ad un fenomeno che capita solo ad alcuni fortunati. Considerate che il prossimo sarà tra 105 anni, precisamente l’11 dicembre del 2117. Questo il commento della giuria. Marek Kukula ha detto:

“Per me questa immagine cattura perfettamente l’emozione del transito di Venere del 2012. Dopo essermi alzato alle 4 del mattino in un mattino nuvoloso, in realtà non sembrava che il tempo inglese fosse favorevole. Ma poi, a pochi minuti dalla fine, uno squarcio è apparso tra le nuvole e abbiamo avuto un assaggio prezioso di Venere davanti al sole”.

immagine

Il quarto premio per la categoria Young Astronomy Photographer of the Year per i fotografi under 16 è andato al giovane canadese Jacob von Chorus che il 27 Agosto 2011 ha immortalato gli ammassi stellari più vicina alla Terra, tra cui le Pleiadi, facilmente visibili ad occhio nudo nel cielo invernale dell’emisfero settentrionale. Questo il commento della giuria. Pete Lawrence ha detto:

“La categoria astrofotografo giovane ancora una volta ha prodotto alcuni risultati sorprendenti e questo colpo d’occhio delle Pleiadi (Messier 45) è semplicemente mozzafiato. La luce delle stelle si riflette e disperde la polvere per produrre il delicato color blu nebulosa che si può vedere qui. Jacob ha reso i colori della nebulosa e le stelle splendidamente ottenendo un risultato che molti astrofotografi esperti sarebbero estremamente lieti di aver raggiunto”.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook