Il suono dell’aurora boreale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chi di noi non ha mai sognato o solo immaginato di trovarsi immerso nel tripudio di colori di un’aurora polare (boreale o australe che sia)? Uno spettacolo che la natura periodicamente offre, generato dalle particelle solari che si scontrano con la parte più esterna dell’atmosfera terrestre, la ionosfera. Ma vi siete mai chiesti, se oltre agli splendidi colori, l’aurora boreale abbia anche un suono specifico?

A sentire da vicino il suono prodotto dalle coloratissime aurore è stata l’Agenzia spaziale europea, che con il suo strumento chiamato WBD (Wide Band Data) ha ascoltato il coro del cielo, molto simile al cinguettio di un uccello. Ecco la registrazione effettuata dall’Esa.

Da cosa è prodotto? Gli elettroni ad alta energia rimangono intrappolati nelle fasce di radiazione della Terra. Quando vengono accelerati dal campo elettromagnetico, producono questo suono.

Perché si vedono solo ai poli? A causa della conformazione del campo magnetico terrestre, le aurore sono visibili in due aree ristrette ai poli magnetici della Terra, dette ovali aurorali. Qui le particelle solari interagiscono con la ionosfera creando lo spettacolare fenomeno ottico caratterizzato dalle note bande luminose di colore rosso-verde-azzurro.

Un fenomeno davvero spettacolare, a tratti romantico. Lo avrà pensato anche un ex studente del Mit, Alex Rivest, che ha chiesto alla fidanzata di sposarlo sullo sfondo di una bellissima aurora boreale in Islanda.

Guarda il video

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook