Il sistema solare formato lecca-lecca

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oltre ad essere osservato, il nostro sistema solare può anche essere mangiato. Proprio così. Da un’idea della Vintage Confetions nascono le lecca-lecca che raffigurano il Sole e i pianeti che orbitano attorno ad esso.

Utilizzando immagini e materiali ad alta risoluzione, l’azienda ha creato delle lollipop la cui sfera mostra nei minimi dettagli le complesse parti che compongono ogni pianeta. Ecco la Terra, con i suoi mari e le sue nuvole.

b2ap3_thumbnail_Lollipop-Terra.jpg

 

Vintage Confetions ha iniziato a fare i lecca-lecca con le immagini ‘commestibili’ lo scorso anno dopo aver cominciato a ricevere richieste di diversi oggetti a tema per feste ed eventi. “Tenendo conto anche dei più piccoli dettagli, siamo in grado di garantire una grande chiarezza nelle immagini”, ha detto Cheryl Carr, co-fondatore della società.

b2ap3_thumbnail_3-lollipop.jpg

 

Secondo gli ideatori, il set del sistema solare è un modo originale per mostrare da vicino i pianeti, con i colori che li contraddistinguono. Ed ecco di seguito:

Venere

b2ap3_thumbnail_Venere-Lollipop.jpg

 

Giove

b2ap3_thumbnail_Giove-Lollipop.jpg

Saturno

b2ap3_thumbnail_Saturno-Lollipop.jpg

A guardarli, non verrebbe neanche voglia di mangiarli…

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

Leggi anche:

Sistema solare: tutti i pianeti raccontati dalle immagini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook