Il cielo di marzo animato dalle comete: da oggi visibile PanStarrs

b2ap3_thumbnail_cover-cometa-Queenstown.jpg

Comete in avvicinamento. Non è un errore. Comete al plurale visto che questo mese assisteremo al passaggio di tre corpi luminosi, con coda al seguito: PanStarrs, Lemmon e Bressi. PanStarrs nota agli scienziati col nome di C/2011 L4 è già da qualche giorno all’interno dell’orbita di Mercurio ed è visibile a occhio nudo non da noi ma da chi vive nell’emisfero australe. Lì, osservando la linea del tramonto in direzione sud-ovest è possibile notare un puntino luminoso, con la classica scia della coda.

Alcuni testimoni hanno fotografato lo spettacolo del passaggio ravvicinato di Panstarrs dalla Nuova Zelanda e in Sud America e hanno raccontato che il nucleo della cometa è visibile a occhio nudo così come la coda che avrebbe addirittura due punti. Lì la cometa sarebbe visibile addirittura dal mese di gennaio. La cometa, con le doppie punte sulla cosa, sarebbe lunga circa 120 mila chilometri. Perché ciò avviene? Il progressivo avvicinarsi della cometa al sole e al suo calore, fa sì che essa perda gli strati più esterni, che si sciolgono liberando molecole d’acqua, anidride carbonica e di molti altri gas.

Domani, 5 marzo la cometa PanStarrs raggiungerà il punto di massimo avvicinamento alla Terra (1,1 Unità Astronomiche), e il 10 raggiungerà la distanza minima dal Sole.Il passaggio vicino alla nostra stella renderà inizialmente meno visibile la cometa, ma già il 12 e il 13 marzo, se non dovessero esserci cambiamenti imprevedibili, PanStarrs sarà osservabile anche alle nostre latitudini.

Come fare per osservarla? Occorre cercare la falce di luna crescente, al crepuscolo, dopo che il sole è completamente tramontato. All’inizio sarà piuttosto bassa sull’orizzonte.

In ogni caso, è stato ipotizzato che la luminosità della cometa possa raggiungere il picco, la magnitudo 2, ossia la stessa luminosità che caratterizza le stelle dell’Orsa Maggiore nei giorni successivi.

Poi sarà la volta di Bressi, che passerà praticamente insieme a Panstarrs e il 10 marzo sarà visibile nella parte bassa dell’orizzonte in direzione est. Infine toccherà a Lemmon, che si renderà osservabile ad occhio nudo tra la fine di marzo e la prima metà di aprile.
Coop

Dopo uva, meloni e ciliegie, anche le clementine dicono addio al glifosato

Schar

12 ricette senza glutine dall’antipasto al dolce

Ecotyre

Da Gomma a Gomma: lo pneumatico verde tutto italiano realizzato con materiali riciclati

tuvali
seguici su Facebook