Emissioni inquinanti: la Cina pronta a portare la CO2 su Marte

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Emissioni inquinanti, un guaio tutto terrestre, provocato dall’uomo soprattutto con l’inquinamento. Ma se potessimo ‘spostare’ il problema altrove? Invece di avvelenare la nostra aria, la Cina sta seriamente pensando di portare i gas serra su Marte!

Non è uno scherzo. Il 1° aprile è già passato. Per ridurre l’inquinamento atmosferico delle città cinesi, la China National Space Administration ha annunciato un piano da 16 miliardi di dollari per esportare le emissioni del paese su Marte. La Cina è attualmente il più grande produttore mondiale di gas serra, con emissioni annue totali pari a 8,9 miliardi di tonnellate. Il piano, senza precedenti, ridurrebbe di gran lunga le emissioni sulla Terra, e avrebbe un altro risvolto, una sorta di imprevisto alquanto discutibile.

Il riscaldamento del clima marziano provocherebbe lo scioglimento delle calotte polari del pianeta rosso e a lungo andare potrebbe anche portare alla creazione di un ambiente in grado di sostenere la vita.

Secondo il nuovo piano cinese, a partire dal 2015 i gas serra industriali potrebbero essere raccolti ed esportati su Marte, dove si potrebbe “realmente fare del bene” rendendo il pianeta abitabile. A che prezzo però? Portare i nostri veleni su Marte sarebbe davvero un bene? Forse lo sarebbe per la Terra, ma cosa accadrebbe sul pianeta rosso? Sappiamo per certo cosa provocherebbe una simile soluzione?

b2ap3_thumbnail_cina_marte.jpg

La China National Space Administration prevede per il trasporto dei gas ad effetto serra su Marte delle speciali vele solari, che possono viaggiare a grandi distanze utilizzando solo l’energia del sole. La CNSA sta inoltre sviluppando piani per creare delle basi industriali su Marte, che potrebbero generare ulteriori gas serra.

Che su Marte ci siano delle riserve d’acqua sembra ormai accertato, anche se congelata a causa della temperatura superficiale del pianeta e della distanza dal Sole. Ma gli scienziati non hanno dubbi. Secondo loro l’introduzione di gas serra aggiuntivi potrebbe riscaldare il pianeta, causando il rilascio di acqua e delle congelate riserve di CO2, con la formazione di un ambiente caratterizzato da una pressione paragonabile a quella del monte Everest.

Se davvero i cinesi avessero ragione, la colonizzazione del pianeta da parte dell’uomo avrebbe meno ostacoli…

Lascio a voi i commenti…

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook