Le celle reversibili alla conquista dello Spazio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avere energia nello spazio, per i viaggi è assolutamente necessario. E lo sarà ancora di più in prospettiva futura, nei lunghi voli per raggiungere Marte e altre mete lontane. Meglio però se l’energia è pulita.

Un’azienda italiana, H2Nitidor, prenderà parte alla seconda fase del programma STEPS (Sistemi e Tecnologie per l’Esplorazione Spaziale), il progetto di ricerca e sviluppo di Regione Piemonte e Thales Alenia Space. Come? Attraverso la progettazione di un sistema di stoccaggio dell’energia basato su celle elettrochimiche (stack) reversibili. Tale sistema avrà il compito, a fasi alternate, di immagazzinare energia e di ridistribuirla quando necessario. All’interno dell’impianto vi sono delle celle reversibili di nuova concezione realizzate proprio dal team H2Nitidor, che svolgeranno in una fase la funzione di elettrolizzatore e nell’altra la funzione di celle a combustibile (fuel cell).

Una maniera sicuramente più ecologica per pensare all’esplorazione spaziale. Il contributo dell’azienda di Codogno (Lodi) rientra nell’obiettivo principale del programma Steps, ossia sviluppare nuove tecnologie legate all’esplorazione dello Spazio e ideaee sistemi sempre più avanzati che potranno essere utilizzati all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, nelle future infrastrutture orbitanti e nelle nuove sonde di esplorazione dei pianeti del Sistema Solare.

Le celle dovranno funzionare in condizioni di microgravità, e saranno sottoposte a uno stress notevole durante la fase di lancio. Non solo nello spazio. Le ricerche potranno avere delle applicazioni anche sulla Terra, come lo sviluppo di sistemi di gestione dell’energia elettrica con prestazioni avanzate e studiate per l’integrazione con fonti rinnovabili.

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook