Alaska senza nubi. Altro che bella foto, e’ colpa del clima!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

“Che bella foto dell’Alaska“, avrete pensato. Stupenda, priva di nubi e perciò osservabile al meglio. Ma non gioite. Alla base di questa suggestiva e rara immagine scattata dallo spazio dai satelliti della Nasa, vi sono i cambiamenti climatici.

La stessa alta pressione che ha ripulito, si fa per dire, i cieli dell’Alaska dalle nubi ha regalato anche temperature soffocanti a molte aree abituate a un giugno molto freddo. Talkeetna, una cittadina circa 100 miglia a nord di Anchorage, quest’anno ha registrato temperature di 36°. Altre città dell’Alaska meridionale hanno segnalato livelli record, i più elevati di tutti i tempi.

Con le conseguenze che già conosciamo: le alte temperature hanno favorito gli incendi e accelerato la frattura del ghiaccio marino nel Mare di Chukchi.

Un nuovo studio si è occupato di analizzare cosa sta accadendo da quelle parti e in Groenlandia per colpa del riscaldamento globale. Sebbene non sia stata dimostrata la presenza di un legame diretto, secondo gli scienziati ciò che sta accadendo è che i cambiamenti climatici stanno influenzando l’andamento della corrente a getto, causando sistemi di alta pressione più caldi laddove prima non arrivavano.

In altre parole, i modelli climatici stanno cambiando perché il clima sta cambiando. Il sistema climatico dell’Artico, in particolare, starebbe subendo una rapida evoluzione a causa del mutare delle condizioni, con la perdita di ghiaccio marino e l’aumento della quantità di calore assorbito dai raggi solari.

Non sarà un caso se il primo decennio di questo secolo è stato il più caldo mai registrato. E il 2012 è stato l’anno più caldo mai registrato. Nei primi mesi del 2013 un’ondata di caldo record ha colpito l’Australia, così come adesso sta investendo l’Europa e il Nord America.

L’ennesima prova del fatto che abbiamo manomesso il delicato equilibrio della Terra

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook