Abbiamo visite, l’asteroide Toutatis passerà vicino alla Terra tra l’11 e il 12 dicembre

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Asteroide in avvicinamento. Tra l’11 e il 12 dicembre, una vecchia conoscenza tornerà a fare un giretto dalle nostre parti. È Toutatis, una roccia spaziale la cui orbita incrocia quella della Terra. Ma non pensate subito alla fine del mondo né ai Maya. L’ospite in arrivo è atteso e conosciuto.

Le sue dimensioni di certo non sono rassicuranti, visto che questo sassolino vagante ha una lunghezza di 4,5 chilometri, una larghezza di 2,4 e un’altezza di circa 2 chilometri. Non un chicco di caffè, ma è del tutto innocuo, un gigante buono. O almeno reso tale dalla forza gravitazionale della Terra e di Giove, che ne allargheranno l’orbita almeno per i prossimi 600 anni.

Di conseguenza, se non prevedete di vivere così a lungo, potete già iniziare a pensare ai regali di Natale.

Ma chi è Toutatis? Affascinante già dal nome che deriva dal dio Toutatis, una divinità celtica, l’equivalente del dio Marte. Toutatis era il dio della guerra, della fertilità e della ricchezza. Interessante anche per il fatto che passerà davvero a distanza ravvicinata dalla Terra, e precisamente a 0,046 unità astronomiche ossia a 6,9 milioni di km tra l’11 e il 12, circa 18 volte la distanza che separa la Terra dalla Luna.

Il suo ritorno, a differenza di quanto si possa pensare, è molto atteso dagli astronomi. L’asteroide infatti sarà osservabile dai telescopi e dalle sonde spaziali in orbita. Sarà la Stazione spaziale cinese ad osservarlo più da vicino. Il 29 settembre 2004 Toutatis è passato a circa 1,5 milioni di chilometri dalla Terra. Non si avvicinava così tanto dal 1353.

E andiamo alla domanda fatidica. Possiamo osservarne il passaggio da Terra? Sì, basta essere svegli alle 7.40 del mattino del 12 dicembre, quando Toutatis passerò alla minima distanza dalla Terra ed essere muniti di un buon telescopio.

Sperando che il suo passaggio porti ricchezza e prosperità in vista del nuovo anno.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook