Universo Green

Ecco come sarebbe New York se fosse su un altro pianeta

b2ap3_thumbnail_cover-pianeti-nyc.jpg

Facciamo finta di poter magicamente spostare una delle città più famose (e popolose) del mondo, New York, in uno dei pianeti del sistema solare. Pur sapendo che la vita così come noi la conosciamo oggi è impossibile su Marte come su Saturno, l'artista Nickolay Lamm col progetto StorageFront.com si è divertito a ricrerare le atmosfere della Grande Mela sugli altri pianeti. Lamm le ha messe a nostra disposizione inviandole direttamente a Universo Green. Curiosi di sapere come apparirebbe New York su Giove?

Dopo aver giocato ad immaginare i pianeti al posto della Luna, adesso proviamo a vedere New York a zonzo nello spazio.

b2ap3_thumbnail_Earth.jpg

Cominciamo dalla realtà. Ecco come appare ai nostri occhi New York, quella vera, sulla Terra. Un insieme di palazzi di vari colori, dal grigio al marrone con l'immancabile sfondo azzurro del nostro cielo. In primo piano il monumento simbolo, la Statua della Liberta, con il suo inconfondibile grigio-verde.

b2ap3_thumbnail_Mercury.jpg

New York su Mercurio. Il pianeta ha un sottile strato di gas che possono a stento essere definiti come atmosfera. Il vento solare, inesorabile, spoglia continuamente il pianeta degli altri gas che potrebbero essere catturati o trattenuti dalla gravità. La tenue atmosfera è formata principalmente da idrogeno rendendo l'atmosfera trasparente. La superficie di Mercurio, e in questo caso di New York, sarebbe perforata da crateri legati a vari impatti e coperta da una sorta di polvere vulcanica.

b2ap3_thumbnail_Venus.jpg

New York su Venere. Grazie alla sua prolifica attività vulcanica, Venere è ancora sprofondata in un clima dendo di nubi contenenti CO2. Ciò crea un involucro giallastro di aria calda e sulfurea che oscura lo skyline di New York e la luce vicina del sole. Il paesaggio della Grande Mela apparirebbe privo di acqua e coperto da crateri, con lava, polvere di zolfo e altri elementi creati dai vulcani venusiani.

b2ap3_thumbnail_Mars.jpg

New York su Marte. Marte ha un'atmosfera estremamente sottile e fredda composta principalmente da CO2. Presenti in abbondanza materiali ferrosi sulla sua superficie sotto forma di ruggine, rendendo il paesaggio rossastro. Le forti correnti convettive dell'atmosfera provocano frequenti tempeste di polvere che possono coprire le vaste distese del pianeta e durare per mesi. Lo skyline di New York apparirebbe così incrostata di polvere e incorniciato dall'atmosfera polverosa e rossa di Marte.

b2ap3_thumbnail_Jupiter.jpg

New York su Giove. Il gigante gassoso del nostro sistema solare ha un'atmosfera così grande e spessa che l'idrogeno e altri gas tra cui l'elio si condensano. A circa 100 km di altezza sopra questa superficie liquida, l'aria ha una pressione simile a quella della Terra, ma ha una chimica che senza dubbio farebbe cambiare colore persino alla Statua della Libertà. Lo skyline di New York è qui raffigurato a questo livello, a 100 km, mentre galleggia nell'atmosfera. Sopra l'orizzonte pende un velo giallo di idrocarburi.

b2ap3_thumbnail_Saturn.jpg

New York su Saturno. Saturno ha un'atmosfera simile a quella di Giove, contenente una miscela di idrogeno ed elio che si condensano alla base dell'atmosfera. NYC è mostrata anche in questo caso circa 100 km al di sopra della superficie del liquido. L'atmosfera contiene soffici nuvole colorate e ghiaccio di ammoniaca con temporali occasionali. Come accadrebbe su Giove, i gas atmosferici ossiderebbero qualunque superficie metallica, ricoprendo della classica patina verde la Statua della Libertà.

b2ap3_thumbnail_Uranus.jpg

New York su Urano. Urano è un gigante glaciale di gas che ruota perpendicolarmente al piano della sua orbita. Ha venti molto veloci a causa del riscaldamento irregolare della sua superficie. Questi venti sono più veloce del più potente uragano mai abbattutosi sulla Terra e sarebbero così forti da abbattere strutture come la Statua della Libertà. L'atmosfera è composta principalmente da idrogeno ed elio, con occasionali nubi di metano e di idrocarburi.

b2ap3_thumbnail_Neptune.jpg

New York su Nettuno. Nettuno è il pianeta più esterno del sistema solare, e quindi il più scuro. Come gli altri giganti gassosi sperimenta venti estremi che avrebbero distrutto edifici e altre strutture. L'atmosfera di Nettuno è composta principalmente da idrogeno ed elio con tracce di ammoniaca e acqua dandogli la nota tinta azzurra con le nuvole bluastre all'orizzone. Guai se New York fosse trasportata lì, nel posto più freddo del sistema solare.

Guarda qui le immagini ingrandite:

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

LEGGI anche:

- Ecco cosa vedremmo se al posto della Luna ci fossero i pianeti

- Sistema solare: tutti i pianeti raccontati dalle immagini

arona tgi

SEAT

Nuova SEAT Arona TGI a metano: prezzi, modelli e caratteristiche

trocathlon320

Trocathlon

Come vendere e acquistare attrezzatura sportiva usata per aiutare l'ambiente

Innovazione, attivismo e responsabilità sociale: i...
Nissan Leaf, lo "strano" caso della Norvegia
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 20 Marzo 2019
sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram