Alterare la chimica della luna per avere piu' luce sulla Terra: il progetto Brighter Moon

b2ap3_thumbnail_luna-terra-energia.jpg

Se pensavate di aver già sentito tutto, fermatevi qui. Ma se siete curiosi, andate avanti e scoprite cos'ha in mente il Foreo Institute. “Accendiamo la luna per risparmiare l'energia sulla Terra, senza produrre emissioni inquinanti”, direbbero i suoi ideatori.  Ma il progetto Brighter Moon è discutibile, per usare un eufemismo. Alterare la chimica e la fisica del suolo lunare aumentandone la riflettività garantirebbe una maggiore quantità di ore di luce, riducendo (o azzerando) la necessità di lampioni per le strade e altre luci artificiali.

Luci elettriche troppo costose? Ecco la soluzione! Poco importa se verrebbero interrotte le rotte migratorie della fauna selvatica, in barba all'alterazione dei nostri ritmi circadiani, delle maree e dei danni agli ecosistemi che funzionano grazie alla presenza di una ben precisa quantità di luce solare.

Quella che arriverebbe sulla Terra sarebbe, secondo Foreo, una luce riflessa. Non sarà giorno, per dirla volgarmente, ma la notte non sarà più buia.

Non è colpa nostra, tutto sommato, se la luna ha una bassa albedo (0,12) e non è in grado di riflettere di più la luce solare. Se la Natura non è riuscita a farlo, ci pensa l'uomo.Nessuno ha mai considerato la possibilità che trasformare anche una piccola area della faccia della luna potrebbe portare ad un aumento della luce solare riflessa verso la Terra di notte”, si legge sul sito. Per fortuna. Basterebbe alterare chimicamente un'area grande quanto la Svizzera per ottenere “fino all'80 % dell'effetto schiarente desiderato”.

b2ap3_thumbnail_luna-prima-dopo.jpg

Meno lampioni, meno emissioni, stessa luce. Ma soprattutto luna alterata per sempre. Foreo fornisce anche i numeri che dovrebbero spingere a questa scelta:

• Intere nazioni stanno spendendo fino al 40% delle loro bollette energetiche in energia elettrica per l'illuminazione pubblica

• L'Europa nel complesso spende 13 miliardi di dollari all'anno per i lampioni

E in termini di riduzione delle emissioni di CO₂, solo considerando il Vecchio Continente, si risparmierebbero all'atmosfera oltre 40 milioni di tonnellate.

Ma la cura, in questo caso, sembra peggiore della malattia.

Non si tratta della prima idea che mette al centro la luna per portare energia sulla Terra. Di recente, si è parlato di produrre energia solare sul nostro satellite con una cintura di pannelli fotovoltaici. O ancora l'idea del Pentagono di catturare l'energia solare nello spazio per poi inviarla sulla Terra.

Ma è tutt'altra cosa. L'Istituto Fore ha già raccolto 38 milioni di euro. Sarà dunque l'uomo a stabilire quanto luminosa dovrà essere la luna?

E addio cieli stellati...

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

LEGGI anche:

L'inquinamento luminoso nasconde le stelle e fa male alla salute: ecco come sottoscrivere l'appello

Mai più cieli bui!

Le ferite della Terra inferte dall'uomo (FOTO)

Vota:
Yogare: un sito utile per praticare yoga anche a c...
Cucinare le erbe spontanee: Zuppa di farro e ortic...
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 26 Luglio 2017