Universo Green

Asteroidi: torna l'ipotesi della bomba nucleare

b2ap3_thumbnail_asteroide-nucleare.jpg

Lo aveva già detto qualche anno fa, ma adesso la sua idea di distruggere gli asteroidi potenzialmente pericolosi per la Terra con le bombe nucleari sembra sempre più vicina alla realtà. Bong Wie, della Iowa State University, il 6 febbraio scorso, in occasione di un meeting presso la Stanford University ha ribadito che la soluzione in caso di pericolo potrebbe essere quella vista al cinema, con Armageddon.

Protagonista assoluta della caccia all'asteroide della morte potrebbe essere la navicella senza pilota (per fortuna!) Haiv, Hypervelocity Asteroid Intercept Vehicle. Qualsiasi asteroide, scoperto a distanza ravvicinata dal suo arrivo, potrebbe essere fatto saltare direttamente nei cieli con una bomba nucleare, anche con tempi di "preavviso" di una settimana o meno. Rassicurante, secondo Wie, visto che molto spesso gli asteroidi vengono avvistati qualche giorno prima del loro fly-by, ossia dell'orbita ravvicinata alla Terra.

"Noi abbiamo la soluzione, utilizzando il nostro concept di base per essere in grado di mitigare la minaccia di impatto di un asteroide" dice Bong Wie. Lo scienziato ha presentato i risultati del suo gruppo qualche giorno prima dello schianto dell'asteroide presso la città russa di Chelyabinsk, lo scorso anno a febbraio.

Da allora, insieme ad altri ricercatori ha intensificato gli studi. Il meteorite russo, spiega, non è altro che un campanello d'allarme che riguarda le minacce che la Terra deve temere dallo spazio.

È solo questione di tempo prima che la Terra venga colpita di nuovo, secondo Wie e i colleghi. Ma il nucleare sarebbe davvero la soluzione migliore? La risposta, a loro avviso, è sì.

Il veicolo HAIV è stato sviluppato con l'aiuto di due diversi finanziamenti. La bomba nucleare verrebbe probabilmente collegata tramite un lungo braccio alla roccia fino a perforarla e farla esplodere dall'interno, mandando l'asteroide in frantumi. Secondo Wie, HAIV dovrebbe lavorare in team con un sistema di allerta, chiamato Atlas che sarà operativo dal prossimo anno. Quest'ultimo dovrebbe fornire informazioni dettagliate ed in tempo utile una volta individuati asteroidi dal diametro minimo di 8 metri.

Sarà l'atomo a salvarci dalle minacce provenienti dallo spazio? Dubbi, tanti.

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

LEGGI anche:

- Una bomba nucleare ci salvera' dagli asteroidi

- Asteroide scoperto tardi? Per la Nasa l'unica soluzione e' pregare

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

Le ragioni scientifiche per non abusare di alcuni ...
Vivisezione e farmaci pediatrici: ricerca cruelty ...
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Sabato, 25 Maggio 2019
corsi pagamento
seguici su facebook