Un catamarano di bottiglie di plastica: l’avventura del Postiki

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecco il carrello smart per la spesa

Lorenzo Fracastoro, naturalista, e Gabriele Saluci, video-maker, sono i due giovani attivisti che martedì 5 giugno a Torino, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, hanno portato a termine con successo l’esperimento del Postiki per il riciclo e il riuso della plastica.

Ma cos’è il Postiki? È un catamarano composto da oltre 700 contenitori in plastica (tra bottiglie e flaconi di plastica) realizzato dai due giovani, con il supporto dell’architetto Claudio Perino. La scelta del nome la spiega lo stesso Saluci sul suo blog: “È in onore del Kon-tiki, imbarcazione svedese costruita con materiali “primitivi” che ha attraversato il pacifico per dimostrare che la Polinesia poteva essere colonizzata in epoche precolombiane da popolazioni del Sud America, e del Plastiki, imbarcazione in bottiglie di plastica che più o meno ha fatto la stessa cosa. Quindi Po, dal fiume, S che sta per plaStica e tiki per fare le cose fighe”.

Il 5 giugno scorso il Postiki non ha attraversato l’oceano ma ha comunque navigato per un paio d’ore sulle acque del fiume Po da Moncalieri ai Murazzi di Torino. Di seguito il video girato da Gabriele Saluci che documenta l’avventura del Postiki:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook