Benvenute a Umoja, il villaggio kenyota per sole donne

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Umoja, Kenya. Popolazione: 50 donne e 220 bambini. Questo recondito villaggio nel nord del Kenya è sorto come un luogo di rifugio per vittime di abusi e violenze patriarcali. Fondato nel 1990 da un gruppo di 15 donne sopravvissute alle violenze di soldati inglesi, oggi il villaggio accoglie anche chi fugge dalle mutilazioni genitali e dai matrimoni infantili.

La matriarca del villaggio è Rebecca Lolosoli, della tribú Samburu,fra le fondatrici del nucleo iniziale. Dopo essersi ritrovata in ospedale in seguito all’aggressione punitiva di un gruppo di uomini per aver parlato alle donne del villaggio dei loro diritti, Rebecca decise di provare a fondare una comunità tutta al femminile, dove le donne potessero vivere tranquillamente e crescere i propri figli libere dalla paura e dalla violenza patriarcali. Oltre a produrre artigianato, il villaggio vive delle offerte dei turisti che passano a visitarlo. Ciò è sufficiente per uno stile di vita frugale che copra le necessità di cibo e vestiti.

b2ap3_thumbnail_umoja-3.JPG

Alcune delle veterane si spostano anche nei villaggi vicini per informare le giovani sui pericoli dei matrimoni infantili e dell’escissione. Gli uomini non vedono di buon occhio questa nuova realtà e un’aurea di sospetto aleggia quando se ne parla. Avere figli al di fuori del matrimonio è penalizzato nella cultura Samburu ma a Umoja questo non è frutto di discriminazione, oltretutto spesso le gravidanze sono l’esito di una violenza di cui la vittima viene incolpata.

b2ap3_thumbnail_umoja-2.jpg

Ciò nonostante queste donne amano gli uomini, per questo ci sono così tanti bambini nel villaggio. Molte sono le storie delle donne di Umoja, spesso arrivate qui per caso e in situazioni disperate tanto che oggi non riescono ad immaginare di tornare alla vita di prima. Le decisioni collettive vengono prese all’ombra dell’ Albero della Parola e vi è anche una scuola elementare. Recentemente altri due gruppi di donne hanno formato villaggi simili nelle vicinanze ed il supporto è reciproco. Sono determinate, autonome, indipendenti ma soprattutto hanno la libertà, il bene più prezioso di tutti.

Umoja Women: http://www.umojawomen.net/HOME.html

Christine Michel Fayek Spirali di Luna è anche su Facebook!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook