App-tivismo & c. : le app al femminile da non perdere

b2ap3_thumbnail_20150306_c4_smartphone.jpg

Siamo ormai circondate dalla tecnologia e dagli onnipresenti smartphone, il cui uso sembra a volte addirittura invadente. Esistono molte app pensate per il pubblico femminile anche se alcune sono magari un pò frivole e quasi inutili. Ecco invece alcune app che possono davvero tornarci utili nel quotidiano e facilitarci la vita.

1) Iniziamo con le app per calcolare il nostro periodo mestruale. Ve ne sono che segnalano i giorni fertili e l’ovulazione, così come la data prevista delle prossime mestruazioni. Sono utili sia nel caso si voglia pianificare una gravidanza che per evitarla, ma soprattutto sono ottimi mezzi di autoconoscenza, per entrare in contatto con la nostra ciclicità di donne ed osservare come cambiamo fisicamente ed emotivamente durante il mese. Alcune app permettono di inserire gli stati d’animo, i sintomi fisici (come dolori, perdite, ecc.), le variazioni di peso e di temperatura basale, in modo da poter, dopo qualche mese, tracciare delle costanti che dicono molto di noi e del nostro stile di vita. Fra le più note vi sono Lovecycles, Il mio calendario, WomanLog, MyDays-Period and Ovulation , PinkPad, Feminap e Period Calendar.

2) Per non perdere mai di vista l’astro notturno e le sue fasi, ecco le app con i calendari lunari. Conoscere le fasi della Luna ci permetterà di compiere le attività di ogni giorno nel periodo migliore a seconda dell’influsso lunare e in perfetta armonia con esso. Fra i calendari ve ne sono alcuni che, oltre a segnalare fase lunare e segno zodiacale in cui si trova l’astro, permettono di pianificare i giorni migliori per svolgere cure per il corpo (taglio dei capelli, depilazione, cure della pelle ecc.), giardinaggio, meeting di lavoro e molto altro. Fra queste troviamo Lunar Calendar and Biorythm- the Moon Planner e Moonganizer Lite (in inglese e per I-phone). Per Android invece abbiamo ad esempio il Calendario Lunar 2015 di Piensa en Verde (in spagnolo) e Moon&Garden (in inglese) che determinano l‘influenza della Luna sulle piante e ne ottimizzano i periodi di semina, fertilizzazione e raccolta.

3) Veniamo infine alle app per combattere il maltratto e la violenza maschilisti e farsi paladine dei diritti delle donne in un clic. GenderTimer (in inglese) è una app che permette di calcolare quante donne e quanti uomini sono presenti in una riunione, dibattito, programma ecc. e quanta visibilità e spazio hanno avuto ciascuno. Una volta ottenuti i risultati, si possono diffondere sui social media e contribuire ai sondaggi sulla parità dei sessi! Hollaback (in inglese, tedesco e spagnolo) è invece un movimento internazionale contro la violenza maschilista e la sua app permette di denunciare atti di maltratto e violenza in strada in modo da mappare le città e localizzarne i punti critici. Per alcune città è disponibile anche una funzione per fare la denuncia direttamente alla polizia. Infine segnalo la app Women and Girls, l’unica a pagamento di quelle menzionate. E’ disponibile in varie lingue fra cui l’italiano e dà accesso a moltissime informazioni sulla situazione delle donne in tutti i paesi del mondo con grafici e statistiche su dati come l’ accesso all’ educazione, al lavoro, alla sanità, ecc. in modo da avere una panoramica sui progressi femminili davvero globale!

E voi, quali altre app usate?

b2ap3_thumbnail_earth_feminist_symbol_iphone_4_slider_case.jpgb2ap3_thumbnail_female_symbol_iphone_55s_tough_case.jpg

Fonti foto: Il Mattino, CafePress

Christine Michel F.

Coop

Dopo uva, meloni e ciliegie, anche le clementine dicono addio al glifosato

Schar

12 ricette senza glutine dall’antipasto al dolce

Ecotyre

Da Gomma a Gomma: lo pneumatico verde tutto italiano realizzato con materiali riciclati

tuvali
seguici su Facebook