Sagra di Vallerano: ecco perché non perderla

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non è solo una sagra ma una vera e propria festa che invade ogni vicolo di Vallerano, il grazioso borgo in provincia di Viterbo, nel cuore della Tuscia. Dal 10 ottobre al 1 novembre torna l’appuntamento con la Festa della Castagna che festeggia la sua quattordicesima edizione grazie all’impegno e l’entusiasmo dell’Associazione organizzatrice “Amici della Castagna di Vallerano”, guidata da Giovanni Narduzzi.

Quest’anno sono stata invitata anch’io e oltre a gustare un menù indimenticabile (soprattutto il primo di ceci e castagne!), rubare qualche ricetta della tradizione (grazie a un ricettario stampato ad hoc!), portare a casa un’ottima scorta di castagne e marroni, sono entrata in contatto con un mondo quasi magico, perdendomi nel clima di festa che i cittadini sono riusciti a trasmettere ai tantissimi visitatori.

b2ap3_thumbnail_1445193724350.jpg

b2ap3_thumbnail_1445180134017.jpg

b2ap3_thumbnail_1445180129259.jpg

b2ap3_thumbnail_1445180133869.jpg

b2ap3_thumbnail_1445180144924.jpg

Perché se è vero che la castagna è la protagonista assoluta per un intero mese, è anche vero che per organizzare tutto nei minimi dettagli serve una squadra collaudata! A giudicare dal risultato direi che la festa avrà una lunga vita. Ambientazione di questa edizione, il mondo medievale: dall’esposizione di stendardi dipinti a mano con stemmi e sigilli notarili giù dalle finestre degli edifici in piazza, alla sfilata in abiti d’ epoca fino al gruppo di sbandieratori, un tuffo indietro nel tempo al ritmo di tamburi e trombe delle bande.

Non solo cibo, non solo castagne, non solo festa. Non conoscevo Vallerano e ne sono rimasta piacevolmente sorpresa: vicoli, vie, piazze e tantissime chiese, scorci incontaminati e lontani dalle logiche del caos cittadino. Un percorso, quindi, anche culturale grazie alle visite guidate promosse dall’Associazione “Amici della Castagna” con tappa allo stabilimento di lavorazione delle castagne di Mastrogregori A&C, alle antiche e caratteristiche cantine di Vallerano in pietra di tufo, ai vicoli più caratteristici del borgo.

b2ap3_thumbnail_1445180146931.jpg

b2ap3_thumbnail_1445193721153.jpg

b2ap3_thumbnail_1445193722448.jpg

b2ap3_thumbnail_1445193723733.jpg

E poi l’odore dell’autunno appena iniziato mixato al profumo delle caldarroste sul fuoco, un vero toccasana dalle fatiche lavorative di un’intera settimana. Questo e tanto altro…e se avete ancora qualche dubbio sull’andarci o meno, leggete il ricco programma!

Programma completo

Sabato 24 ottobre

Ore 11:00 – Apertura stand vendita prodotti tipici locali e assaggi marmellate.

Ore 11:00 – Piero Badaloni, presso il Teatro Comunale F. Orioli, illustrerà agli alunni delle scuole di Vallerano il documentario ” Le Dolomiti: patrimonio universale dell’Unesco”

Ore 15:30 – Musica in Piazza con Stefano.

Ore 16:00 – Caldarroste per tutti, in Piazza.

Ore 20:00 – Cena nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali.

Domenica 25 ottobre

Ore 9:30 – Mercatino dell’antiquariato e dell’artigianato.

Ore 10:00 – Mostra delle Mostre-Esposizioni: “le Creazioni di Lara”; “I Prodotti in Ceramica Artistica di Primula”;”L’Incantesimodell’Arte….di Tonia Petti, oggetti dipinti a mano e Presepi artistici

Ore 10:00 – Apertura stand vendita prodotti tipici locali e assaggi marmellate.

Ore 10:00 – Visite guidate gratuite al Centro Storico, alle caratteristiche cantine, ad un antico forno e allo stabilimento di lavorazione delle castagne con partenza, in

Piazza della Repubblica, presso lo stand dell’Associazione Amici della Castagna.

Ore 13:00 – Pranzo nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali.

Ore 15:30 – Sfilata e intrattenimento dell’Associazione Culturale Pilastro con Corteo Storico “Famiglie Nobili Viterbesi” e “Gruppo Musici e Sbandieratori”.

Ore 16:00 – Caldarroste per tutti, in Piazza.

Ore 20:00 – Cena nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali.

Sabato 31 ottobre

Ore 9:30 – Mercatino dell’antiquariato e dell’artigianato.

Ore 10:00 – Mostra di Pittura e Creazione Artigianale prodotti in ceramica ed esposizione Presepi ed oggetti dipinti a mano.

Ore 10:00 – Apertura stand vendita prodotti tipici locali e assaggi marmellate.

Ore 10:00 – Visite guidate gratuite al Centro Storico, alle caratteristiche cantine, ad un antico forno e allo stabilimento di lavorazione delle castagne con partenza, in Piazza della Repubblica, presso lo stand dell’Associazione Amici della Castagna.

Ore 13:00 – Pranzo nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali.

Ore 15:00 – Laboratorio intreccio dei canestri in vimini. Per grandi e piccoli su prenotazione 3386328225 – 3911773990

Ore 15:30 – Si balla: esibizione ed intrattenimento, in Piazza della Repubblica, del Gruppo di Musica Popolare I Trillanti. .

Ore 16:00 – Caldarroste per tutti, in Piazza.

Ore 20:00 – Cena nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali.

Domenica 01 novembre

Ore 9:30 – Mercatino dell’antiquariato e dell’artigianato.

Ore 10:00 – Mostra delle Mostre-Esposizioni: “le Creazioni di Lara”; “I Prodotti in Ceramica Artistica di Primula”; “L’Incantesimodell’Arte….di Tonia Petti,oggetti dipinti a mano e Presepi artistici

Ore 10:00 – Apertura stand vendita prodotti tipici locali e assaggi marmellata.

Ore 10:00 – Visite guidate gratuite al Centro Storico, alle caratteristiche cantine, ad un antico forno e allo stabilimento di lavorazione delle castagne con partenza in

Piazza della Repubblica, presso lo stand dell’Associazione Amici della Castagna.

Ore 10:30 – I falchi di Rocca Romana. Falchi e falconieri in mostra.

Ore 13:00 – Pranzo nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali.

Ore 14:30 – Centro volo rapaci. Dimostrazione di volo con le Poiane del deserto.

Ore 15:30 – Si balla: esibizione ed intrattenimento, in Piazza della Repubblica, dei Tarantanobes gruppo cilentano Musica Popolare del sud Italia..

Ore 16:00 – Caldarroste per tutti, in Piazza.

Ore 20:00 – Cena nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali.

Tutte le domeniche della festa (compreso l’1 novembre) dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18, sarà possibile visitare il Santuario di Maria SS.ma del Ruscello, dei Donatori di sangue.

Sito ufficiale: www.castagnavallerano.it

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook