La spesa è troppo cara? Risparmia 1000 euro l’anno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E’ di un paio di giorni fa la notizia diffusa dall’ Istat secondo cui le donne pensionate sarebbero più povere degli uomini: oltre la metà del gentil sesso percepisce, infatti, meno di mille euro al mese. Il maggiore divario è al Nord, il primato di diseguaglianza ce l’ha la Liguria seguita da Lazio, Lombardia e Veneto. Differenze minori in Calabria, Basilicata e Molise.

Se a questo scenario uniamo un tasso di disoccupazione italiano elevatissimo, il sunto diventa che risparmiare sta diventando la mission di ogni famiglia. Partendo proprio dal carrello della spesa. Risparmio super è il primo sito/app in Italia che confronta i prezzi dei supermercati, proponendo ai suoi utenti registrati tutte le offerte più vantaggiose su prodotti che spaziano dai beni di prima necessità alla cura del corpo. «Abbiamo avuto un paio di cloni nel corso degli anni – spiega Barbara Labate, co-fondatrice e Ceo di Risparmio super, vincitrice di recente del Lady Pitch Night, evento parigino rivolto alle giovani imprenditrici – ma, ad oggi siamo gli unici a confrontare più di 200 insegne. Il servizio è completamente gratuito per gli utenti poiché sono i supermercati e i produttori che pagano per avere visibilità e promuovere i propri prodotti ad un pubblico interessato».

Barbara Labate

Quante persone scelgono di risparmiare? « Ci sono circa mezzo milione di utenti registrati sul web o che usano le nostre app. Confrontando i prezzi e utilizzando i coupon che si trovano sul sito si arriva a risparmiare anche 1000 euro l’anno», aggiunge la giovane startupper messinese che ha maturato questa idea nel 2003 durante gli anni della sua formazione statunitense in marketing, comunicazione e sviluppo del prodotto. «Tra il dire e il fare sono passati un po’ di anni e dietro la nascita di Risparmio super c’è stato e continua ad esserci lo studio del mercato, delle tendenze, delle necessità/problemi dei consumatori».

Oggi RS conta tre sedi e da’ lavoro a un team giovane (tutti sui 30 anni) di 15 persone. Come funziona? «In quattro clic: bisogna geolocalizzarsi per trovare i supermercati più vicini, si confrontano i prezzi, si crea la propria lista della spesa e infine si va al market più economico. Periodicamente pubblichiamo le offerte di super, iper, discount e superstore di elettrodomestici». Oltre al risparmio materiale c’è anche quello in termini di tempo: basta volantini cartacei e maggiore attenzione per l’ambiente. E a proposito di benessere anche sul piano dei prodotti bio Risparmio super si sta attrezzando. «Stiamo contattando le nuove catene sorte in Italia – chiosa Barbara – per adesso con scarso successo in quanto spesso questi sono più cari e quindi poco competitivi nel confronto prezzi, ma non molliamo, l’obiettivo rimane quello di far risparmiare proprio tutti».

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook