Sana 2013: Bologna Citta’ degli Orti verso Expo 2015

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sarà Vandana Shiva ad aprire la 25esima edizione di Sana 2013, il Salone del Naturale che sarà ospitato presso Bologna Fiere da sabato 7 a martedì 10 settembre. L’inaugurazione del Sana si terrà alle ore 10.30 presso il Centro Servizi del polo fieristico. A seguire, nel pomeriggio, alle ore 15.30, nella stessa sede, si svolgerà il convegno “Bologna Città degli Orti – Da Sana 2013 all’Expo Milano 2015”.

Bologna è tra le grandi città italiane che si sono dotate di una mappa interattiva per il censimento e la localizzazione degli orti urbani. Si tratta di Gramigna Map, uno strumento utile per individuare i punti della città in cui gli abitanti si dedicano all’orticoltura urbana. I cittadini stessi possono contribuire ad arricchire la mappa segnalando il proprio orto.

Ora Bologna si pone un obiettivo ambizioso: trasformarsi in una vera e propria Città degli Orti, in vista di Expo 2015. Bologna si sta impegnando nel sostegno, nell’ampliamento e nell’innovazione degli orti urbani in città, valorizzando una tradizione centenaria che ha portato a rendere gli orti un vero e proprio patrimonio della collettività.

gramigna map bologna

Il progetto “Bologna Città degli Orti” verrà lanciato all’interno dell’omonimo convegno in occasione di Sana 2013. La città avrà modo di inserirsi nella manifestazione Expo Milano 2013 nell’ambito del consorzio Exbo, grazie a cui presentare la gestione innovativa e sostenibile dei propri orti e degli spazi dedicati all’ecologia urbana. Secondo i dati più recenti, sono ormai 5 milioni gli italiani che coltivano stabilmente il proprio orto, tradizionale o sul terrazzo, con un incremento del 9% rispetto al 2012.

Il Centro Servizi della Fiera ospiterà una mostra fotografica sugli orti cittadini e un orto dove, sabato 7 settembre, a partire dalle ore 10.30 durante l’inaugurazione, l’attivista e ambientalista Vandana Shiva pianterà alcuni semi indiani di piante autoctone e di piante italiane, a simboleggiare uno scambio fra le due culture.

Bologna Fiere, in collaborazione con il Quartiere S. Donato, adotterà l’area ortiva di via Salgari 20, in zona Pilastro, una delle più estese di Bologna, con 381 appezzamenti. Qui, la presidente dell’area, Patrizia Preti, trapianterà i semi indiani a lei donati al mattino da Shiva, nel corso della cerimonia inaugurale di Sana.

Accanto ai pensionati, gli utenti degli orti urbani bolognesi sono soprattutto famiglie, giovani e stranieri, spinti verso scelte ecologiche e verso la ricerca di nuove possibilità di autosufficienza e di risparmio, complice la crisi economica. A Bologna si contano al momento circa 20 aree verdi, per un totale di 2700 orti.

Il progetto “Bologna Città degli Orti” è nato per sostenere il crescente bisogno dei cittadini di rendersi attivi rispetto alle pratiche legate all’orticultura urbana, ai consumi critici, all’autoproduzione, alla socializzazione e alla partecipazione concreta al bene comune nell’ottica dell’integrazione culturale e intergenerazionale, e della sostenibilità ambientale.

L’appuntamento con la presentazione del progetto avrà luogo sabato 7 settembre 2013 presso lo spazio incontri “Sana for Expo 2015” del Centro Servizi Bologna Fiere, a partire dalle ore 15.30. Modererà gli interventi la conduttrice televisiva Serena Dandini. Interverranno:

Duccio Campagnoli – Presidente di BolognaFiere – “Bologna Città degli Orti, una proposta per Expo 2015”

Marta Albè – Redattrice, blogger – “Orti urbani: progetti interessanti e innovativi a cura di cittadini e associazioni”

Silvia Zucconi – Coordinatore Area Agricoltura e Industria Alimentare NOMISMA – “L’agricoltura amatoriale: dall’hobby farming agli orti urbani”

Roberta Bartoletti – Professore associato di Sociologia della cultura e Sociologia dei consumi

al Dipartimento di Scienze della Comunicazione e Discipline Umanistiche, Università di Urbino – “La nuova stagione degli orti in città: laboratori culturali e scambi intergenerazionali”

Giorgio Prosdocimi Gianquinto e Giovanni Bazzocchi – Laboratorio Agricoltura Urbana e Biodiversità, Dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Bologna – “Altre Colture. Nuove strategie e tecniche colturali in spazi urbani”

Giovanni Cuppini – Consigliere ANCeSCAO Associazione Nazionale Centri Sociali, Comitati Anziani e Orti – “Migliorare la gestione per diffondere la cultura degli orti urbani, generazioni a confronto”

Daniele Ara – Presidente del Quartiere Navile, in rappresentanza della Conferenza dei Presidenti di Quartiere del Comune di Bologna – “Passato e futuro degli orti urbani a Bologna, le necessità di nuove politiche e le best practice per fare di Bologna e dei suoi orti un esempio di socialità e green living: una proposta per Expo2015”

Patrizia Gabellini – Assessore Urbanistica, Ambiente, Qualità Urbana e Città Storica del Comune di Bologna – “L’Accordo per uso temporaneo di aree verdi non costruite cedute dal demanio al Comune di Bologna per l’implementazione delle aree ortive”

Marta Albè

Fonte foto: hawaiiseed.orggramignamap.it

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook