Roveja: da legume dimenticato a presidio Slow Food

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Biodiversità da riscoprire. Avete mai sentito parlare della roveja? Si tratta di un legume antico, per lungo tempo dimenticato. La roveja è una varietà di pisello, conosciuta anche come pisello dei campi o robiglio. Questo legume è originario del Medio Oriente e viene coltivato soltanto in alcune regioni d’Italia, come l’Umbria e le Marche.

E’ diventato uno dei simboli degli agricoltori che desiderano riscoprire le tradizioni antiche e gli alimenti del passato. La roveja ha un baccello inizialmente di colore verde, che con la maturazione tende al viola scuro. Il legume fresco è verde, tendente al grigio, ma assume una colorazione marrone quando è essiccato.

La semina della roveja avviene a marzo, con raccolta a partire dal mese di luglio. La si utilizza in cucina soprattutto per la preparazione di zuppe, vellutate e minestre. Il suo sapore ricorda le fave ed è ottima in abbinamento ai cereali integrali. La roveja viene utilizzata anche per la produzione di una speciale farina, ingrediente di una polenta tipica dell’area dei monti Sibillini, che prende il nome di farrecchiata.

E’ ricca di proteine vegetali, di fibre e di sali minerali, come potassio e fosforo. La roveja in passato, insieme alle lenticchie, faceva parte dell’alimentazione tipica dei contadini e dei pastori dei monti Sibillini, era un legume “povero” ma molto nutriente ed ora merita di essere riscoperto.

Purtroppo la sua coltivazione riguarda un numero esiguo di agricoltori, con particolare riferimento alla zona di Cascia e alla val Nerina, come ricorda la Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus. Il Presidio Slow Food coinvolge quattro piccoli agricoltori di Civita di Cascia, che hanno deciso di recuperare il seme antico e di provare a diffonderne la coltivazione. Alcuni agricoltori producono la roveja solo per l’autoconsumo.

Marta Albè

Fonte foto: slowfoodumbria.org

Leggi anche:

Biodiversità da riscoprire: l’asparago rosa di Mezzago

Biodiversità da riscoprire: i fagioli di Pigna

Segui Radici su Twitter e Facebook

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook