A Roma nasce un nuovo Orto Urbano Biologico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Capitale ospiterà presto un nuovo orto urbano biologico. Verrà infatti inaugurato nella giornata di domani, martedì 17 aprile, l’Orto Urbano Biologico della Città dell’Altra Economia di Roma (CAE). L’iniziativa è organizzata e realizzata da AIAB. L’inaugurazione dell’orto coincide con la Giornata Internazionale di Lotta Contadina, per la difesa dei diritti dei piccoli agricoltori di tutto il mondo. All’evento dedicato all’orto urbano prenderanno parte gli studenti del corso di Avvicinamento all’agricoltura biologica dell’Università Popolare e della Terza Età di Roma e  gli attivisti dell’Associazione [email protected] MST-Italia.

Tutti i cittadini sono invitati, nel pomeriggio di domani, dalle 17 alle 19, a prendere parte attivamente alla realizzazione dei primi impianti per l’orto urbano biologico, che sarà situato in largo Dino Frisullo. L’evento sarà suddiviso in due parti, una teorica ed una pratica. A partire dalle ore 17 vi sarà infatti la possibilità di prendere parte ad una lezione teorica incentrata sull’argomento “L’orto urbano oggi”. Immediatamente di seguito ad essa, alle ore 18, avrà inizio l’impianto vero e proprio del nuovo orto della Città dell’Altra Economia di Roma. I partecipanti avranno inoltre la possibilità di realizzare e portare in seguito a casa con sé il proprio “Ort à porter”, un mini orto creato con semi o piantine, una manciata di terra ed un vaso in bioplastica.

Gli eventi della giornata di domani non saranno però fini a se stessi. Nel corso delle prossime settimane l’orto sarà infatti al centro di attività di formazione e compartecipazione proposte da AIAB nel corso degli appuntamenti con il BioMercato, Saranno proprio i contadini che parteciperanno al BioMercato domenicale di CAE a prendersi cura del nuovo orto urbano, insieme ad AIAB Lazio. Esso dovrà trasformarsi nell’esempio di come in Italia sia possibile dedicare un terreno pubblico ad iniziative rientranti nel quadro della sovranità alimentare. Tra di esse si annovera la campagna “Seminiamoli”, lanciata a Torino lo scorso 11 aprile dal Coordinamento Contadino Piemontese, al fine di denunciare la perdita di biodiversità e con la quale contadini e orticoltori sono invitati a seminare varietà antiche di cereali e di altre colture.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook