Orti sociali: a Lampedusa un progetto in crowdfunding per rendere l’isola piu’ verde

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Porto l’Orto a Lampedusa, ecco il nome del progetto nato per realizzare degli orti sociali sull’isola siciliana. Come sappiamo bene, Lampedusa è un punto di transito importante per coloro che dall’Africa cercano di raggiungere l’Europa, purtroppo spesso in condizioni disperate.

Legambiente e Terra! Onlus vogliono impegnarsi insieme per farci conoscere ciò che Lampedusa veramente è: un approdo sicuro per migliaia di persone che dall’approdo sull’isola cominciano una nuova vita. Le associazioni desiderano valorizzare la dignità dell’isola e della sua comunità, di un luogo dove l’emergenza clandestina ha purtroppo allontanato, per paura, migliaia di turisti.

Lampedusa prima di tutto è un luogo di scambio e di incontro tra le persone. L’isola in passato aveva una spiccata vocazione agricola, che è arrivato il momento di riscoprire. Ecco dunque l’idea di dare spazio alla nascita di orti sociali da coltivare in condivisione, per riscoprire il piacere di stare insieme e di godere dei frutti della terra.

A Lampedusa gli orti urbani avranno una doppia valenza: sociale e ambientale. Sull’isola, da una parte, si ricomincerà a coltivare, e dall’altra si darà spazio alla nascita di nuove relazioni sociali. Sull’isola sono già state individuate alcune delle aree da riqualificare per la realizzazione di orti.

Grazie al crowdfunding possiamo sostenere il progetto che porterà alla creazione di nuovi orti a Lampedusa. Le somme raccolte serviranno a ripristinare le aree verdi destinate agli orti, a creare i sistemi di irrigazione e a garantire la formazione sul posto dei partecipanti all’iniziativa.

Clicca qui per supportare il progetto Porto l’Orto a Lampedusa.

Marta Albè

Fonte foto: finanziamiiltuofuturo.it

Leggi anche: Orti urbani: a Palermo un orto condiviso per l’integrazione sociale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook