La campagna chiama: 5 spazi a vocazione rurale in assegnazione a Milano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Comune di Milano ha da poco pubblicato un avviso di assegnazione di 5 nuovi spazi a vocazione rurale, dove potranno nascere attività come un laboratorio di giardinaggio e di vendita di prodotti a chilometri zero, una bottega creativa e una ciclofficina. Gli spazi si trovano in via Pescara 44.

La novità interessa le zone 5 e 6 e riguarda anche un sesto spazio di 80 metri quadrati che si trova in via Rimini 23, in zona 6, che potrà essere destinato a luogo di aggregazione, cultura e co-working. Si tratta di spazi demaniali ora vuoti e inutilizzati. Lo spazio di via Rimini verrà assegnato ai giovani milanesi attraverso un bando pubblico. Potranno concorrere anche realtà giovanili che non si sono ancora costituite formalmente in un’associazione.

Il bando che riguarda le aree a vocazione rurale di via Pescara 44 si chiama “La campagna chiama”. Si rivolge alle cooperative e alle micro/piccole imprese. Ha l’obiettivo di valorizzare 5 spazi inutilizzati che si trovano ai piedi delle case demaniali a Ronchetto delle Rane, a ridosso del Parco Agricolo Sud.

Potrete consegnare i progetti per “La campagna chiama” fino al 30 luglio 2014.  L’assegnazione degli spazi durerà 6 anni, rinnovabili per altri 6. È previsto il pagamento di un canone annuo e gli spazi hanno un’ampiezza compresa tra i 50 e i 70 metri quadri. Nel caso in cui i vincitori del bando fossero imprese costituite da meno di 3 anni o di nuova costituzione, il canone sarà abbattuto del 90% per i primi 5 anni di contratto.

“Con l’assegnazione di questi spazi” – ha dichiarato l’assessore alla Casa e Demanio Daniela Benellirealizzati nel 2010 e mai utilizzati, vogliamo creare nuovi servizi per gli abitanti di Ronchetto delle Rane. Un’opportunità importante, trattandosi di un contesto molto periferico, per migliorare la qualità abitativa del quartiere e creare occasioni di relazione con gli altri insediamenti residenziali. Senza dimenticare che, con questo bando, continuiamo a favorire la nascita di nuove imprese negli spazi comunali, a canoni particolarmente vantaggiosi nel caso di start-up. Ci aspettiamo una forte partecipazione, anche grazie all’uso dei social network, e speriamo che i progetti rispettino la vocazione agricola e rurale di questo quartiere.

Marta Albè

Leggi anche: Orti urbani: 5 possibilità per coltivare un orto in città

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook