Cavolfiore viola: un ortaggio ricco di benefici per la salute

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il cavolfiore viola è un incrocio tra cavolo broccolo e cavolfiore comune. In Sicilia troviamo il cavolfiore violetto, conosciuto anche come Violetto di Sicilia. Il cavolfiore viola è ricco di carotenoidi e antociani, che svolgono la funzione di antiossidanti. Il suo utilizzo in cucina è molto coreografico in quanto permette di preparare contorni, zuppe e puree dal caratteristico colore violetto.

Il colore violetto di questa varietà di cavolfiore è dovuto proprio alla presenza di antociani, sostanze che sono in grado di ridurre i danni provocati dall’azione dei radicali liberi, di proteggere i capillari e di prevenire le infiammazioni, per non parlare della loro azione di contrasto nei confronti dei processi cancerogeni. In Sicilia il cavolfiore viola è ancora un prodotti di nicchia e viene coltivato soprattutto presso aziende agricole biologiche.

Nel mondo si trovano però altre varietà di cavolfiore dal tipico colore violetto. La loro tonalità è dovuta ancora una volta agli antociani, che sono responsabili della colorazione blu, rossa e violetta della frutta e della verdura, mirtilli compresi. Gli antociani, quando si parla di salute, vengono associati alla riduzione di numerosi rischi, con particolare riferimento alla pressione alta, alle malattie cardio-circolatorie, all’Alzheimer e ai tumori.

Tra gli alimenti dal maggior contenuto di antociani troviamo i broccoli, i frutti di bosco, i melograni e l’uva rossa. Proprio come le tipologie di frutta indicate, anche cavoli, broccoli e cavolfiori possono essere consumati crudi. Le varietà di cavolfiore viola giungono soprattutto dall’Italia meridionale e dal Sudafrica. Il loro colore non è dovuto a manipolazioni genetiche.

Il cavolfiore viola è un ortaggio tipicamente invernale. È ricco di vitamina C e fornisce al nostro organismo anche vitamina A, fibre, calcio, selenio e potassio. Il selenio, insieme alla vitamina C, è utile per rafforzare il sistema immunitario. Potete gustare il cavolfiore viola cotto o crudo, magari condito con del succo di limone o con dell’aceto balsamico. Darà sicuramente un tocco di colore alle vostre tavole e vi sarà utile per fare un pieno di salute. Cercate il cavolfiore viola nei negozi di prodotti bio e nei mercati ortofrutticoli.

Marta Albè

Fonte foto: blogspot.com

Leggi anche: Cavolo rosso: coltivazione e benefici per la salute

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook