Radici

Fattorie didattiche: imparare, coltivare, guarire

orto didattico

Grazie ad un ritrovato contatto con la terra è possibile aprirsi a nuove esperienze di tipo didattico e terapeutico. La presenza di piccoli grandi orti nei pressi di edifici scolastici, dalle scuole dell'infanzia agli istituti superiori, si fa sempre meno rara nel nostro Paese. Insegnanti e associazioni che si occupano di volontariato e tempo libero hanno riscoperto il potere dell'orto come spunto di aggregazione e di apprendimento e, perché no, anche di guarigione.

Sono sempre più diffusi corsi aperti a bambini, ragazzi ed adulti di ogni età, volti a fornire le principali nozioni necessarie alla coltivazione di un orto urbano, casalingo o condiviso. Uno degli esempi più articolati del fenomeno è rappresentato dall'orto didattico La Grande Madre, situato ad Aquileia, in provincia di Udine.

Presso tale realtà, nata nel 2009, le esperte Cristina Boccanegra e Elena Gandolfo sono impegnate nell'organizzazione di corsi rivolti ad adulti e scolaresche, attraverso i quali cercano di ritrasmettere i valori spesso perduti relativi alla sacralità della Terra, all'importanza dell'alternarsi delle stagioni, alla capacità di riconoscere, raccogliere ed utilizzare i doni che Madre Natura ci offre incondizionatamente.

Presso il loro orto si impara a seminare, trapiantare, innaffiare, eseguire la pacciamatura, ponendo attenzione anche alle creature viventi, come gli insetti ed i piccoli animali che gli orti possono ospitare. I metodi di coltivazione dell'orto didattico seguono i principi dei metodi biologici e sinergici, in modo da garantire un totale rispetto dell'equilibrio degli ecosistemi esistenti. Non mancano inoltre laboratori artigianali, iniziative ludiche e volte al sostegno di un'economia solidale basata sul riciclo e sul riuso.

Appaiono inoltre particolarmente interessanti le esperienze di ortoterapia, volte a favorire il reinserimento sociale di soggetti deboli o che si trovano in condizioni di difficoltà. Il rinnovato contatto con la natura costituirà per loro una solida base per ritrovare o potenziare la capacità di relazionarsi con gli altri, di inserirsi all'interno di un gruppo e di lavorare in sinergia, cogliendo l'occasione di apprendere ed in futuro magari intraprendere una nuova attività pratica e utile. Infine, nel periodo estivo, vengono organizzate numerose attività rivolte ai più piccoli, che avranno l'occasione di trascorrere una parte delle loro vacanze a diretto contatto con la natura.

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

Si comincia...
Erba Brusca: orto con cucina
 

Commenti 2

[...] la formazione di una nuova comunità. Nel corso dell’anno all’interno di essa vedranno la luce orti didattici, spazi per laboratori ed incontri, punti di ristoro e possibilità di ospitalità rivolte ai [...]

0
[...] la formazione di una nuova comunità. Nel corso dell’anno all’interno di essa vedranno la luce orti didattici, spazi per laboratori ed incontri, punti di ristoro e possibilità di ospitalità rivolte ai [...]

[...] può costituire un valido aiuto in vista del raggiungimento di un rinnovato benessere. Nell’orto si può imparare, coltivare, guarire, ma anche meditare. L’orto si trasforma così in un luogo dove vivere esperienze che siano [...]

0
[...] può costituire un valido aiuto in vista del raggiungimento di un rinnovato benessere. Nell’orto si può imparare, coltivare, guarire, ma anche meditare. L’orto si trasforma così in un luogo dove vivere esperienze che siano [...]
Già registrato? Login qui
Ospite
Giovedì, 23 Maggio 2019
corsi pagamento
seguici su facebook