Cavolfiore viola: un ortaggio ricco di benefici per la salute

cavolfiore viola

Il cavolfiore viola è un incrocio tra cavolo broccolo e cavolfiore comune. In Sicilia troviamo il cavolfiore violetto, conosciuto anche come Violetto di Sicilia. Il cavolfiore viola è ricco di carotenoidi e antociani, che svolgono la funzione di antiossidanti. Il suo utilizzo in cucina è molto coreografico in quanto permette di preparare contorni, zuppe e puree dal caratteristico colore violetto.

Il colore violetto di questa varietà di cavolfiore è dovuto proprio alla presenza di antociani, sostanze che sono in grado di ridurre i danni provocati dall’azione dei radicali liberi, di proteggere i capillari e di prevenire le infiammazioni, per non parlare della loro azione di contrasto nei confronti dei processi cancerogeni. In Sicilia il cavolfiore viola è ancora un prodotti di nicchia e viene coltivato soprattutto presso aziende agricole biologiche.

Nel mondo si trovano però altre varietà di cavolfiore dal tipico colore violetto. La loro tonalità è dovuta ancora una volta agli antociani, che sono responsabili della colorazione blu, rossa e violetta della frutta e della verdura, mirtilli compresi. Gli antociani, quando si parla di salute, vengono associati alla riduzione di numerosi rischi, con particolare riferimento alla pressione alta, alle malattie cardio-circolatorie, all’Alzheimer e ai tumori.

Tra gli alimenti dal maggior contenuto di antociani troviamo i broccoli, i frutti di bosco, i melograni e l’uva rossa. Proprio come le tipologie di frutta indicate, anche cavoli, broccoli e cavolfiori possono essere consumati crudi. Le varietà di cavolfiore viola giungono soprattutto dall’Italia merdionale e dal Sudafrica. Il loro colore non è dovuto a manipolazioni genetiche.

Il cavolfiore viola è un ortaggio tipicamente invernale. E’ ricco di vitamina C e fornisce al nostro organismo anche vitamina A, fibre, calcio, selenio e potassio. Il selenio, insieme alla vitamina C, è utile per rafforzare il sistema immunitario. Potete gustare il cavolfiore viola cotto o crudo, magari condito con del succo di limone o con dell’aceto balsamico. Darà sicuramente un tocco di colore alle vostre tavole e vi sarà utile per fare un pieno di salute. Cercate il cavolfiore viola nei negozi di prodotti bio e nei mercati ortofrutticoli.

Marta Albè

Fonte foto: blogspot.com

Segui Radici su Twitter e Facebook.

Leggi anche:

Vota:
Il mondo di OakOak, l'arte nei dettagli [FOTO]
All love is equal: l'amore senza confini. Le foto ...

Commenti 3

 
Ospite - maria graca boli il Giovedì, 20 Febbraio 2014 09:58

:)molto interessante leggo sempre

:)molto interessante leggo sempre
Ospite - giancarlo il Mercoledì, 26 Febbraio 2014 18:00
Cavolo viola (e nero?)

Peccato che questo cavolfiore non valga, sul piano gastronomico, quanto quello bianco comune.

Peccato che questo cavolfiore non valga, sul piano gastronomico, quanto quello bianco comune.
Ospite - Kara il Venerdì, 05 Dicembre 2014 12:22

l'ho preso ieri e stasera me lo cucino :) ne ho preso uno viola e uno verde..non li avevo mai visti prima!! ho pensato che era meglio non chiedersi se fossero geneticamente modificati :D ma leggendo qui ho visto che non lo sono :)

l'ho preso ieri e stasera me lo cucino :) ne ho preso uno viola e uno verde..non li avevo mai visti prima!! ho pensato che era meglio non chiedersi se fossero geneticamente modificati :D ma leggendo qui ho visto che non lo sono :)
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 26 Settembre 2016