Cibo per denti sani: 10 ortaggi che fanno bene al sorriso, cibi cariogeni, cariostatici e anticariogeni.

b2ap3_thumbnail_community-garden-firenze.jpg

Firenze ha inaugurato il primo orto urbano condiviso della città. L'esperienza dei Community Garden si sta facendo strada sempre di più nel nostro Paese. Si tratta per il capoluogo toscano di un progetto di orto didattico che porta il nome di Community Garden Orti Dipinti. L'orto condiviso è situato nei pressi dell'Istituto Barbieri, in pieno centro città.

 

I Community Garden esistono da tempo all'estero e si sono diffusi a partire dai Paesi anglosassoni. La loro finalità principale, oltre che dalla produzione di ortaggi a chilometri zero, è rappresentata dall'inclusione sociale. L'orto condiviso di Firenze viene curato da semplici cittadini e da persone diversamente abili.

Grazia al nuovo orto, è stata riaperto un giardino chiuso al pubblico in una zona della città dove il verde scarseggia. Si tratta di un'importante occasione per avvicinare al giardinaggio chi non lo ha mai sperimentato e per dare una nuova destinazione ai rifiuti organici prodotti nel quartiere.

La frazione umida dei rifiuti sarà infatti trasformata in compost. L'orto riavvicinerà adulti e bambini ai cicli stagionali e alla lentezza della natura, come affermato da Giacomo Salizzoni, tra coloro che con entusiasmo si sono occupati del progetto. Il Community Garden di Firenze è aperto a tutti.

Chiunque può partecipare alla coltivazione dell'orto condiviso in base alle proprie capacità. Le risorse di ognuno verranno incanalate a seconda delle esigenze che la cura dell'orto richiederà. L'orto sarà coltivato in modo naturale per la produzione di ortaggi biologici, che verranno distribuiti tra ortisti e sponsor dell'iniziativa, oltre che utilizzati per l'organizzazione di cene sociali. Arricchire le proprie conoscenze sulla coltivazione degli orti, stringere nuovi legami con gli altri e imparare a rispettare l'ambiente: ecco le motivazioni migliori per proseguire con la diffusione degli orti condivisi in tutta Italia.

Per ulteriori informazioni: Facebook.com/CommunityGardens
Scrivere a: [email protected]

Marta Albè

Fonte foto: facebook.com

Segui Radici su Twitter e Facebook.

 

Vota:
Expo2015: perché visitarlo?
Tutorial per costruire un telaio fai da te
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Giovedì, 21 Settembre 2017