Quando dalle bombe nasce la vita: in Palestina crescono fiori dai contenitori dei gas lacrimogeni [FOTO]

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In un luogo consacrato alla guerra, una donna ha creato un giardino in cui pianta fiori nei candelotti dei gas lacrimogeni, lanciati dai soldati israeliani durante alcuni scontri.

Una storia di resistenza pacifica in Palestina, nel villaggio di Bil’in, vicino Ramallah.

In un luogo consacrato alla guerra, una donna ha creato un giardino in cui pianta fiori nei candelotti dei gas lacrimogeni, lanciati dai soldati israeliani durante alcuni scontri.

Prendersi cura di una piantina che deve crescere in mezzo a mille difficoltà è un gesto al tempo stesso commovente e meraviglioso.

Una storia simbolica, che racconta un’altra faccia del conflitto.

Un messaggio di pace, che è un inno alla vita, fatto da persone che piantano meravigliosi semi di speranza.

Leggi anche:

Un secondo al giorno: la guerra negli occhi dei bambini. Il video di Save the Children

I Kibbutz Israeliani: villaggi collettivi verdi e solidali

1

2

3

4

5

6

8

9

10

ethicMe è anche su Facebook e su Twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook