SOS raccolta differenziata: dove gettare il Tetra Pak?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Puntualmente, dopo aver terminato una confezione di latte o di succo di frutta, ci chiediamo: in quale contenitore dei rifiuti va gettato il Tetra Pak? Nell’indifferenziata? Fino a qualche tempo fa, la risposta alla seconda domanda era – tristemente – un sì. Questo utile materiale da imballaggio, nato in Svezia negli anni Cinquanta e composto di cellulosa, polietilene e alluminio, dopo l’uso finiva per ingrossare la montagna di rifiuti non smaltibili che produciamo quotidianamente.

Un vero peccato, perché tutte le sue componenti sono riciclabili. Così, da qualche tempo a questa parte, numerosi Comuni italiani si sono attivati per la sua raccolta e il suo smaltimento. Se pertanto volete sapere come comportarvi di fronte ad una confezione esaurita di latte, succo di frutta o altro alimento, il primo passo che potete compiere è visitare il sito TiRiciclo, per verificare se nel vostro Comune sia o meno attivo il servizio di recupero dei contenitori Tetra Pak, oppure chiamare il Numero Verde dedicato, 800 855811.

Se il servizio è attivo, non dovrete fare altro che sciacquare le confezioni vuote, appiattirle (in modo che occupino il minore spazio possibile) e gettarle – nella stragrande maggioranza dei casi – nel contenitore della carta. In alcuni Comuni, invece, dovrete affidarle alle raccolte multimateriali (con plastica, alluminio, vetro).

Dal riciclo delle confezioni Tetra Pak, che generalmente avviene nelle cartiere, è possibile ottenere carta-latte e carta-frutta (e quindi cartoncini, sacchetti, carta da imballaggio…). Nel caso delle raccolte multi-materiali, invece, è possibile riciclare non solo carta, ma anche la piccola percentuale di polietilene e alluminio presente nei contenitori: da questo processo si ottiene l’ecoallene, un materiale plastico piuttosto resistente.

Se ne avete voglia, potete visionare anche un video ben fatto e spiritoso sul ciclo di vita del Tetra Pak, realizzato da TiRiciclo con l’obiettivo di mostrare come questo materiale da imballaggio sia, per il momento, il più sostenibile presente sul mercato.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook