Lo sapevate che… il finocchio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Riemergo momentaneamente dalle mie attività di neo mamma a tempo pieno per parlare di un ortaggio facilmente reperibile e decisamente versatile, il finocchio, il cui inconfondibile sapore deriva dalla presenza di anetolo, composto aromatico presente anche nell’anice. Oltre ad essere un ottimo ingrediente per gustose e fresche insalate, perfette per rallegrare le nostre cene estive, il finocchio ha spiccate proprietà diuretiche, calmanti, antinfiammatorie e digestive, che lo rendono un valido alleato della nostra salute.

Il cosiddetto Foeniculum vulgare è infatti perfetto per diete disintossicanti e depurative (per intenderci, quelle che di solito seguono i periodi festivi in cui si è esagerato un po’ con il cibo…). Oltre ad essere consumato crudo, può essere gratinato, lessato o diventare l’ingrediente principale di vellutate e risotti: in cucina, si sa, contano molto spesso il gusto personale e la fantasia, e del finocchio possono essere utilizzate proprio tutte le parti – non solo il cosiddetto “grumolo” (la parte bianca), ma anche i semi e le foglie.

Per quanto riguarda invece l’uso terapeutico, infusi e tisane di foglie e semi di finocchio sono generalmente consigliati in fitoterapia per contrastare i gonfiori addominali, alleviare le irritazioni del colon, combattere la stitichezza e lenire disturbi fastidiosi e debilitanti quali la nausea e il vomito. Sono inoltre dei validissimi alleati per le neo mamme, in quanto il loro consumo favorisce la produzione di latte nel periodo dell’allattamento al seno, aiutando anche a prevenire le coliche d’aria del neonato (un inconveniente piuttosto comune, soprattutto tra i maschietti, nei primi 3-4 mesi di vita, che causa nei piccoli dei pianti improvvisi). Infine, essendo un antispasmodico, il finocchio può essere molto utile a noi donne per alleviare i dolori mestruali, nonché, in un secondo tempo, i disturbi da menopausa.

Insomma, a volte basta molto poco – giusto una passeggiata verso il mercato o il reparto ortofrutticolo più vicini a casa… – per migliorare sia la propria dieta che il proprio benessere fisico! Che cosa state aspettando?

L’immagine è tratta dall’atlante ottocentesco delle erbe medicinali Koehler’s Medizinal-Pflanzen, via Wikipedia.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook