Come le calamita’ naturali del 2012 hanno fatto aumentare i prezzi degli alimenti

Nel 2012 uragani e siccità, conseguenze più o meno dirette dei cambiamenti climatici in atto, hanno gravemente colpito i raccolti nei Paesi esportatori di cereali, determinando una scarsità di provviste e un aumento generalizzato dei prezzi, che grava soprattutto sugli Stati più poveri e sulle classi sociali meno abbienti.

Il tema del legame tra cambiamenti climatici e disponibilità di cibo è stato approfondito qualche tempo fa da un interessante articolo della CNN, che utilizza i dati forniti da Oxfam (Oxford Committee for Famine Relief), una confederazione internazionale di ONG operativa sul fronte dello sviluppo sostenibile e dell’ampliamento dell’accesso all’istruzione scolastica e alle cure mediche.

Ci sono numerosissimi fattori che possono influenzare il prezzo delle derrate alimentari: ad esempio, l’aumento del costo dell’energia, la sottrazione di numerosi campi coltivati all’industria alimentare e la loro destinazione al mercato dei biocombustibili, le guerre e i conflitti locali, la crescente domanda di carne e di prodotti caesari… Tra questi fattori si collocano anche le cosiddette calamità naturali, come siccità, uragani, tempeste, che hanno contrassegnato l’intero 2012, facendone l’annus horribilis dell’agricoltura.

Nel 2012, infatti, i Paesi esportatori di grano e cereali hanno visto diminuire sensibilmente i propri raccolti, con la conseguenza che la quantità di prodotti immessa sul mercato è notevolmente diminuita, determinando un’impennata dei prezzi che non ha avuto eguali negli ultimi anni e che sta facendo sentire le proprie conseguenze anche nel 2013.

Nel grafico che segue, potete osservare l’aumento del costo del cibo, secondo i dati diffusi dalla FAO.

impennata prezzi FAO

L’aumento dei prezzi degli alimenti colpisce soprattutto delle popolazioni già povere, determinando enormi difficoltà nel procurare il cibo e, nei casi peggiori, terribili carestie. Il problema è di proporzioni enormi, soprattutto se si pensa che violenti uragani e prolungati periodi di siccità potrebbero diventare la regola, negli anni a venire…

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

Izanz

Piretro: l’insetticida naturale contro le zanzare

TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook