Global Warming: l'Artico diventera' navigabile entro il 2060

ghiacci artico

Entro il 2060 potremmo navigare il Polo Nord. Per via dei cambiamenti climatici in atto, entro il 2060 i ghiacci del Mare Glaciale Artico potrebbero sciogliersi o assottigliarsi a tal punto da aprire per la prima volta una rotta navigabile tra il Pacifico e l'Atlantico nel nord del globo terrestre: il famoso "passaggio a nord-ovest". 

La previsione nasce da uno studio condotto da Lawrence C. Smith e Scott R. Stephenson, ricercatori presso la UCLA - University of California Los Angeles, pubblicato pochi giorni fa sulla rivista Proceedings of the National Academy of Science Plus.

Secondo gli autori dello studio, lo scioglimento dei ghiacci nel Mare Glaciale Artico potrebbe condurre, tra il 2040 e il 2059, alla creazione di una nuova rotta agevolmente navigabile da parte di diversi tipi di nave. L'apertura di uno spazio navigabile a nord del Canada avrebbe la conseguenza immediata di modificare sensibilmente le rotte turistiche e commerciali, spalancando nuove possibilità nello sfruttamento economico della regione polare (basti pensare alla pesca o all'estrazione di petrolio) e incidendo sugli equilibri geo-politici mondiali. Anche perché verrebbe a crearsi una situazione del tutto inedita, per la cui gestione non esistono (ancora) accordi internazionali.

Dal punto di vista strettamente ambientale, è invece sconfortante pensare che i ghiacci dell'Artico stiano scomparendo così rapidamente: solo venti anni fa la loro estensione era di circa 8 milioni di chilometri quadrati, mentre oggi è ridotta alla metà, e continua a diminuire ad un ritmo accelerato.

 

Vota:
Lavoro: hai tempo e capacita'? Scambia sul web
Il cielo di marzo animato dalle comete: da oggi vi...
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Sabato, 18 Novembre 2017