SOS raccolta differenziata: e' possibile riciclare gli imballaggi in alluminio?

Volendo farla molto breve, la risposta è un bel sì. Lattine per bevande, vaschette e contenitori per la conservazione dei cibi, fogli sottili, bombolette aerosol (come ad esempio quelle di lacche e deodoranti), involucri vari, scatolame per alimenti, chiusure di bottiglie o vasetti, tubetti per conserve o ad uso cosmetico.. sono tutti conferibili nel contenitore che il vostro Comune destina all’alluminio, sia che si tratti di una raccolta multimateriale (con anche, ad esempio, vetro e plastica) che nel caso di una raccolta monomateriale. Basta avere rimosso dagli imballaggi i residui di cibo o di prodotto.


In generale, tutti gli oggetti in alluminio che possono essere riciclati sono contrassegnati dalle sigle “Al” o “alu”, mentre non possono essere riciclati quelli che recano le lettere “T” o “F”, in quanto considerati “pericolosi” (si tratta di contenitori di colle, solventi, battericidi, acidi…).

È il CiAl – Consorzio Imballaggi Alluminio che organizza su tutto il territorio italiano il recupero di questo materiale, grazie ad accordi con i Comuni e con le Pubbliche amministrazioni. Al momento, il CiAl ha raggiunto una copertura territoriale superiore ai 5.000 Comuni attivi e riesce a garantire i propri servizi al 75% della popolazione italiana.

L’alluminio è un materiale molto duttile, che ben si presta ad applicazioni diverse, ed è quindi molto diffuso nelle nostre case: ad esempio, lo troviamo alle finestre sotto forma di infissi, in cucina sotto forma di pentole e posate, negli elettrodomestici, nelle automobili o, appunto, negli imballaggi. Una volta riciclato, l’alluminio mantiene intatte le proprie caratteristiche, tanto da poter essere reimpiegato in tutte le filiere.

Non a caso, oltre il 48% dell’alluminio attualmente in circolazione in Italia proviene dal riciclo: con 37 lattine è possibile produrre una caffettiera e con 70 una padella. Inoltre, riciclare alluminio consente di risparmiare fino al 95% dell’energia necessaria a produrlo a partire dal minerale: un vero affare, non credete?

L'immagine è tratta da Wikipedia

Vota:
Polpettine vegetali: lenticchie rosse, tofu e spez...
Milano verde: 7300 nuovi alberi entro marzo
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Venerdì, 17 Novembre 2017