Sindrome premestruale: esiste davvero (e si può affrontare con i rimedi naturali)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tutte le donne prima o poi fanno i conti con la sindrome premestruale. I sintomi che possono comparire sono i più disparati: mal di schiena, dolori addominali, debolezza, emicrania, gonfiore, crampi, ecc. Molte volte ad essere colpita è anche la sfera emotiva, ecco allora che ci si può trovare alle prese con irritabilità, fame nervosa ma anche ansia e depressione.

Spesso questa fase ricorrente nella vita della donna viene sottovalutata o peggio ancora derisa. In realtà circa il 10% delle donne soffre davvero molto nella fase che precede l’arrivo del ciclo, il 70-75% ha fastidi di un certo rilievo e solo il 20% praticamente non se ne accorge.

Questa sindrome dunque esiste e ha anche una possibile spiegazione. Come ha dichiarato Rossella Nappi, ginecologa, endocrinologa e sessuologa della Clinica Ostetrica e Ginecologica del Policlinico San Matteo di Pavia al Corriere.it:

«Ogni donna “sente”, più o meno, le oscillazioni ormonali nella seconda fase del ciclo, quando il progesterone che aiuta ad accogliere nell’utero una nuova vita diminuisce perché non è iniziata una gravidanza. L’ipotesi è che da questo “fallimento” si scateni la sindrome premestruale: le quantità di neurotrasmettitori cerebrali come serotonina, dopamina e noradrenalina, coinvolti nel tono dell’umore, nella gratificazione, nello stato di allerta, si modificano e, a seconda della soglia di sensibilità, di ciascuna donna a queste alterazioni si hanno sintomi più o meno intensi».

Secondo la ginecologa questo momento particolare della donna e i malesseri associati sono un chiaro segno che è il momento di dedicarsi un po’ a se stesse per poi ritornare di nuovo piene di energie ai tanti impegni quotidiani.

Una ricerca, pubblicata sul Journal of Psychiatric Practice, sottolinea l’importanza di prendere sul serio il problema intervenendo subito nei casi in cui i sintomi sono molto pesanti. Possiamo servirci di efficaci rimedi naturali. Tra i migliori ci sono senza dubbio il magnesio, i complessi vitaminici, erbe come agnocasto e iperico (quest’ultimo in caso la sindrome premestruale porti depressione), impacchi di zenzero, tisane rilassanti, alcuni oli essenziali e la borsa dell’acqua calda se si soffre di crampi addominali.
Scopri QUI 10 rimedi naturali efficaci contro i dolori mestruali.

Ottime anche pratiche di esercizio e rilassamento come lo yoga e tecniche di respirazione come quella alternata. Ci si può aiutare anche con la giusta alimentazione, ci sono alcuni alimenti “infiammatori da evitare” come ad esempio alcol, zucchero raffinato, fritture e latticini e altri invece da prediligere come broccoli e altri alimenti ricchi ferro non-eme, come ha sottolineato una recente ricerca.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

CICLO MESTRUALE: SINTOMI, FASI E DURATA

DOLORI MESTRUALI: 10 RIMEDI NATURALI PER ALLEVIARLI

COME RIDURRE I DOLORI MESTRUALI CON RIMEDI NATURALI

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook