Come va la salute degli Italiani? Viviamo di più, ma siamo troppo sedentari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È stato pubblicato dall’Istat il BES 2015. Si tratta del terzo Rapporto sul Benessere equo e sostenibile, che analizza la situazione italiana sotto tanti punti di vista: salute, istruzione e formazione, lavoro, qualità dei servizi, economia, ambiente e altro.

Il rapporto a livello economico evidenzia una piccola ripresa dovuta soprattutto alla crescita, per la prima volta dopo anni, dei consumi. Sul tema salute, invece, un dato interessante che emerge riguarda la speranza di vita in Italia che sarebbe tra le più alte in Europa. Si parla di circa 80 anni per gli uomini e di 85 per le donne, con la possibilità che la longevità aumenti ancor di più nei prossimi anni.

Ma le buone notizie non finiscono qui. Sembrano infatti essere migliorate nel corso di questi anni anche le condizioni generali di salute fisica degli italiani, grazie anche alla riduzione del numero di fumatori e consumatori di alcol.

Ovviamente non è tutto rose e fiori. Vediamo allora i lati negativi: il rapporto ha evidenziato che anche se si sopravvive a lungo, la qualità della vita non è affatto migliorata e spesso, nonostante il fisico stia bene, è la psiche a risentirne. Ancora in crescita sono infatti i decessi a causa di malattie del sistema nervoso o demenze, che riguardano soprattutto gli anziani.

C’è poi il problema della sedentarietà, del sovrappeso e dello scarso consumo di frutta e verdura che coinvolgono ancora troppi italiani. Cose che riguardano più spesso gli uomini (le donne infatti si confermano sempre più attente agli stili di vita salutari) e le persone con titoli di studio più basso. Si evidenziano quindi disuguaglianze sociali: a parità di età, le persone che hanno studiato di più hanno anche nel complesso uno stato di salute fisica e mentale migliore e di conseguenza una maggiore aspettativa di vita.

C’è ancora troppo divario tra le diverse regioni italiane, nel Sud si vive generalmente di meno, anzi la situazione per effetto della crisi è addirittura peggiorata. La speranza di vita nel Mezzogiorno è di circa un anno in meno rispetto a quella del Nord Italia.

Ma esiste un segreto di longevità? Leggete QUI qualche consiglio utile a mantenervi in forma e aumentare l’aspettativa di vita.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

I 10 SEGRETI DELLA LONGEVITA’

MODIFICARE LO STILE DI VITA PER VIVERE più A LUNGO

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook