Mela cotta: tutte le proprieta’ di un dolce rimedio della nonna

mela-cotta.jpg

Un rimedio dolce che le nostre nonne conoscevano bene e apprezzavano per le sue qualità è la mela cotta. Le mele sono frutti che più spesso mangiamo crudi ma che anche dopo essere stati sottoposti a cottura, nonostante perdano alcune proprietà (tipo la presenza di vitamina C) mantengono comunque diversi benefici che possono tornare utili in alcune situazioni.


La mela cotta può essere consumata a colazione ma anche dopo i pasti o come spuntino. La cottura rende questo frutto più digeribile rispetto alla variante cruda (comunque ottima), ecco perché viene consigliata sostanzialmente a chi ha problemi di stomaco e intestino.

Di facilissima digestione e assimilazione da parte del nostro corpo, questo frutto dopo essere stato sottoposto a cottura acquista doti lassative che possono tornare particolarmente utili a chi non va regolarmente in bagno (o ci va con difficoltà a causa della stipsi) ma anche a chi soffre di emorroidi.

Buon rimedio anche contro l’acidità di stomaco, alleata di chi sta seguendo una dieta disintossicante, la mela cotta è ottima anche per chi sta cercando di evitare prodotti preparati con zuccheri raffinati ma comunque non vuole rinunciare a qualcosa di dolce e zuccherino al palato.

Adatta non solo in questi casi, la mela cotta è particolarmente consigliata anche a chi è in fase di convalescenza, non ha molto appetito ma necessita comunque di mangiare qualcosa che non lo appesantisca troppo.

Questo rimedio, adottato con costanza, è perfetto anche in gravidanza quando fisiologicamente molte donne tendono a soffrire di stipsi.

Nel caso si utilizzi per la stitichezza, è buona cosa cuocere la mela in una discreta quantità di acqua in modo tale che, oltre a mangiare il frutto, si possa anche bere del liquido moltiplicando l’effetto lassativo.

COME PREPARARLA

Personalmente la preparo spezzettando una mela con tutta la buccia (ma solo se biologica, vi ricordo infatti che questo frutto è una di quelli per cui vengono utilizzati più pesticidi) e aggiungendo un bel po’ di acqua prima di metterla in un pentolino su fuoco per circa 5-10 minuti. Per darle quel pizzico di sapore in più aggiungo anche una spruzzatina di cannella. Potete scegliere però in alternativa di preparare la vostra mela cotta in forno, lasciandola intera, con tutta la buccia e facendola cuocere per circa 20 minuti.

Alla prossima

Francesca

Seguite il mio blog anche su Facebook, iscrivetevi alla pagina NaturoMania!

Twitter: NaturoManiaBlog

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

tuvali
seguici su Facebook