iPad: puo’ scatenare allergie a causa del nichel

ipad-bambini

Le allergie, soprattutto nei bambini, sono in aumento e quella al nichel non è da meno, anzi si tratta di una tra le più diffuse. A San Diego un ragazzino di 11 anni ha visto comparire su tutto il corpo un’eruzione cutanea di tipo follicolare per la quale è stato addirittura ricoverato. Colpa di qualcosa che ha mangiato? No, del suo iPad!

Sembra che il bambino usasse il tablet ogni giorno senza custodia protettiva ed ecco poi comparire, nel giro di qualche mese, lo sfogo sulla pelle. In seguito a dei test dermatologici si è visto che ciò che aveva scatenato la reazione allergica era stato il nichel presente appunto nell’iPad. Almeno questo è quanto si sostiene in uno studio fatto sul bambino e pubblicato su Pediatrics.

Naturalmente il nichel è presente anche in altri oggetti di uso comune: orologi, stoviglie, diversi dispositivi elettronici oltre che in alcuni cibi. Nel caso specifico però la reazione cutanea è avvenuta perché il ragazzino faceva un uso molto prolungato e giornaliero dell’iPad.

In seguito alla scoperta, il bambino non ha smesso di utilizzare il suo tablet ma semplicemente si è dotato di una custodia protettiva che lo difende dalle parti del dispositivo in cui si trova maggiormente il nichel, ovvero il rivestimento esterno.

La Apple non ha commentato l’accaduto e non è ancora del tutto chiaro se oltre all’iPad anche altri prodotti con questo marchio contengano nichel. Sarebbe bene saperlo dato che, secondo le ultime statistiche americane, circa il 25% dei bambini soffre di allergia al nichel. Un dato in aumento visto che dieci anni fa era stato stimato intorno al 17%.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

Nichel: 10 alimenti che ne contengono di più

Come depurarsi dai metalli pesanti: 10 alimenti e rimedi naturali

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

tuvali
seguici su Facebook